Occupazione in calo nel 2020, recessione al femminile

Occupazione in calo nel 2020: è crisi al femminile.

L’Istat diffonde il bollettino sul mercato del lavoro a dicembre 2020.

I posti di lavoro persi rispetto a dicembre 2019 sono 444 mila ma, di questi, ben 312 mila riguardano l’occupazione femminile e 132 mila quella maschile.

“A dicembre l’occupazione torna a diminuire – dichiara l’Istat – interrompendo il trend positivo che tra luglio e novembre aveva portato a un recupero di 220 mila occupati; il calo occupazionale è concentrato sulle donne e coinvolge sia i dipendenti sia gli autonomi.

Inversione di tendenza anche per la disoccupazione che, dopo quattro mesi di progressivo calo, torna a crescere portando il tasso al 9%.

I livelli di occupazione e disoccupazione sono inferiori a quelli di febbraio 2020 – rispettivamente di oltre 420 mila e di quasi 150 mila unità – e l’inattività risulta superiore di oltre 400 mila unità”.