Nuovo rinvio dei campionati, tutto rimandato al 24 gennaio 2021

Come era preventivabile, la Federugby, in merito al nuovo DPCM emanato dal Governo, al fine di rallentare i contagi causati dal Covid -19, ha nuovamente rinviato l’inizio dei campionati da egli stesso organizzati. Pertanto anche quello dell’Avellino Rugby(serie C, girone 2), inizialmente prefisato il 15 novembre, spostato poi al 6 dicembre, prenderà inizio(incrociando le dita) il 24 gennaio 2021. Questo il testo giunto dalle sedi Federali romane: ” Il Consiglio, tenuto conto dell’aggravarsi della situazione epidemiologica in atto, ha in prima istanza analizzato le misure da assumere a tutela del movimento a seguito  del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato in data 24 ottobre e ad un costante confronto della struttura federale con i competenti uffici governativi.e l’inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10, per consentire alle Società partecipanti di adeguarsi alle modificazioni previste al nuovo Protocollo per l’organizzazione degli allenamenti e dell’attività agonistica nazionale FIR, che sarà pubblicato nel minor tempo possibile su federugby.it. e su covid-19.federugby.it . In superamento di quanto deliberato il 22 ottobre, l’organo di governo del rugby italiano ha disposto di rinviare al 24 gennaio 2021 la data d’inizio dei Campionati nazionali di Serie A, Serie A Femminile Girone 1,2 3 e 4, Serie B, Serie C Girone 1. Sono inoltre sospese sino al 24 gennaio 2021 tutte le attività agonistiche organizzate dai Comitati Regionali (Serie C Girone 2, U18 Elite, U18 Regionale M/F, U16 M/F, U14 M/F, Coppa Italia Femminile).  Per quanto attiene gli allenamenti, è possibile continuare a svolgere, sino al 24 novembre, data di scadenza del DPCM attualmente in vigore, attività distanziata individuale senza contatto per tutte le categorie. Disposizioni su eventuali modifiche alle formule dei campionati nazionali e regionali saranno oggetto di successive valutazioni da parte del Consiglio Federale sulla base dell’evoluzione della pandemia.  E’ consentita, secondo quanto previsto dal DPCM, l’attività motoria individuale all’aperto senza contatto per tutte le categorie di propaganda e amatoriali.E’ posticipato al 7 novembre l’inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10, per consentire alle Società partecipanti di adeguarsi alle modificazioni previste al nuovo Protocollo per l’organizzazione degli allenamenti e dell’attività agonistica nazionale FIR, che sarà pubblicato nel minor tempo possibile su federugby.it. e su covid-19.federugby.it “
Nazionale

Non si interrompe la serie negativa dell’Italia nel Guinness Sei Nazioni. In uno spettrale Aviva Stadium di Dublino, la capitale irlandese si conferma tabù per Azzurri che, nel recupero della quarta giornata del Torneo, vengono fermati dal XV di casa 50-17. Gli irlandesi rimangono in corsa per la vittoria finale nel Sei Nazioni 2020, mentre Morisi ed i suoi non riescono a smuovere la graduatoria in fondo a ottanta minuti in cui la squadra di Franco Smith – con l’esordiente Paolo Garbisi in cabina di regia con la maglia numero dieci di apertura – non rinunciano alla lotta, ma devono arrendersi ad un XV di casa superiore in ogni fase di gioco, e capace di imporre un alto numero di turnovers a Bigi&company.