Nuova ordinanza anti-smog: targhe alterne nella bozza del provvedimento

Potrebbe essere firmata in giornata dal commissario Giuseppe Priolo e partire dal prossimo 2 maggio la nuova ordinanza antismog.
La bozza del nuovo provvedimento prevederebbe la circolazione di tutti i veicoli ma a giorni alterni, in base all’ultimo numero della targa: pari o dispari.

Secondo le indiscrezioni che arrivano da Piazza del Popolo, gli unici veicoli esonerati dal provvedimento sarebbero quelli alimentati a Gpl e a metano, e gli Euro 6.

Per tutti gli altri, il dispositivo prevedrebbe l’alternanza della circolazione tra mezzi con targa pari e mezzi con targa dispari, tutti i giorni esclusa la domenica, fino alle 18,30.

Anche le strade resterebbero le stesse, comprendendo l’intero anello del centro città già incluso nei dispositivi precedenti. Con la sola esclusione dell’Autostrada A16, della Strada Statale 7bis, di Via Don Giovanni Festa, ex Bonatti, Strada Provinciale 165, Via Pianodardine, Via Morelli e Silvati, Via Annarumma, Via Francesco Tedesco fino all’incrocio con Via Fratelli Troncone, Viale Italia fino alla rotatoria, via Perrottelli, via Aversa.

I dettagli sono sotto esame e potrebbero subire lievi modifiche. Più improbabile, invece, è che si ritorni al blocco dei soli veicoli Diesel Euro 0, 1, 2 e 3 e Benzina Euro 0, 1 e 2.

Nell’ordinanza è incluso il divieto di bruciare i residui vegetali, accendere stufe a pellet e caminetti con certificazione di qualità inferiore alle 3 stelle.