Novità in materia di Codice della Crisi d’Impresa al centro dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Nazionale Commercialisti di Benevento

Le novità in materia di Codice della Crisi d’Impresa al centro dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Nazionale Commercialisti di Benevento. L’evento si svolgerà venerdì 16 dicembre dalle ore 9,30, alle 13,30  presso il salone delle Conferenze della CCIAA Irpinia-Sannio in via IV Novembre, Benevento. “Con questa iniziativa – commenta il presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Benevento Salvatore Fusco – intendiamo approfondire uno degli aspetti più elicati ed impattanti sulle micro e piccole imprese, del nuovo Codice della Crisi d’Impresa entrato in vigore il 15 luglio 2022. Pertanto, anche in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, intendiamo analizzare gli effetti dell’art.3 del C.C.I. “adeguatezza delle misure e degli assetti in funzione della rilevazione tempestiva della crisi d’impresa” partendoda una comprensione di base della materia analizzando il quadro normativo, le criticità di applicazione, i soggetti interessati,  el’attività prognostica da effettuare, a carico degli operatori economici, anche di dimensioni ridotte e poco strutturate. A margine del Convegno è previsto la possibilità di dibattere con i relatori sia per i Commercialisti intervenuti che per i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali, destinatari di tale normativa che nasce con buoni propositi (prevenire meglio che curare) ma poi deve fare i conti con la dura realtà delle piccole attività economiche chiamate a svolgere attività gestionali nuove, che richiedono una “maggiore collaborazione” con il proprio Commercialista.

Fusco evidenzia quindi “la funzione sociale che il commercialista è chiamato a svolgere al fianco delle istituzioni ed a tutela della collettività, anche sul territorio Sannita. Siamo chiamati ad approfondire la normativa ed assistere imprenditori ad attuare le misure di prevenzione della Crisi. E’ evidente dunque che il commercialista oltre che avere una funzione fondamentale per il mondo economico e produttivo assume una funzione dal significativo valore sociale per la collettività. Pensiamo anche a quanto la nostra categoria sia interfaccia per le imprese e cittadini verso la pubblica amministrazione. Soprattutto dal periodo pandemico a tutt’oggi, con uffici chiusi al pubblico, per contenere giustamente la diffusione del contagio, per poi arrivare a rendere selettivo e mirato ma difficoltoso, l’accesso in tempi recenti. I commercialisti sono rimasti in prima linea ad offrire supporto a cittadini ed imprese per quanto necessitante ad essi. Tale funzione meriterebbe per questo maggiore rispetto. Non possiamo infatti tollerare che la figura del commercialista sia associata, con fastidiosi luoghi comuni, a episodi criminosi di varia natura, dimenticando tanti casi di violenza subita. Ultima in ordine temporale la sfortunata collega, uccisa da un folle, nell’esercizio della sua funzione di revisore. Oltre che per l’impegno quotidiano che consente all’Amministrazione Finanziaria di colmare le tante proprie lacune, oltre che per il contributo che offriamo costantemente al mondo economico – produttivo, oltre che per le funzioni sociali che svolgiamo.

E’ necessario inoltre sgomberare il campo da equivoci, non tutte le persone che si occupano di consulenza alle imprese sono commercialisti. Tanti sono appellabili con la qualifica di consulente ma soltanto gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili possono fregiarsi del titolo di commercialista. Una precisazione che si rende necessaria per evitare generalizzazioni. Fino a prova contraria tutti sono professionisti e persone per bene. Tuttavia è bene ricordare che gli iscritti all’Odcec sono soggetti a procedimenti disciplinari, a verifica delle condizioni di incompatibilità, a formazione obbligatoria.

Ad intervenire nel corso dell’iniziativa dopo i saluti iniziali del presidente dell’Anc Benevento Salvatore Fusco e del presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Benevento Fabrizio Russo saranno il presidente dell’Anc Marco Cuchel,  Nicolò Castello – Commercialista in Palermo, Antonella Palazzolo Key accout manager MPHIM+