Non si ferma all’”alt”: 20enne nei guai

I Carabinieri della Stazione di Quindici hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino un ventenne del luogo, ritenuto responsabile del reato di “Resistenza a Pubblico Ufficiale”.

I fatti si sono svolti in orario notturno a Quindici: i militari, impegnati in un servizio perlustrativo nell’ambito della capillare attività di controllo del territorio che il Comando Provinciale Carabinieri di Avellino quotidianamente dispiega al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno intimato l’“Alt” al conducente di una berlina ma lui invece di fermarsi si dava ad una fuga in direzione del centro abitato.

I Carabinieri, riconosciuto quell’automobilista ed annotato i dati dell’autovettura, hanno tuttavia ritenuto opportuno desistere dall’inseguimento, al fine di evitare che il fuggitivo perseverasse in quella sua condotta, mettendo a repentaglio la sua incolumità e quella degli altri.

Le ricerche si concludevano dopo qualche ora con il rintraccio del giovane che, oltre ad essere stato contravvenzionato per violazione alle norme del Codice della Strada, dovrà rispondere del reato di cui all’articolo 337 del Codice Penale.