Napoli continua a pregare per la piccola Noemi: la respirazione migliora

Migliora lentamente la piccola Noemi, la bambina rimasta gravemente ferita venerdì scorso a piazza Nazionale, a Napoli, davanti a un bar durante un raid criminale.

Entrambi i polmoni della piccola sono stati colpiti dal proiettile. Ieri sono stati eliminati con una broncoscopia alcuni coaguli che ostruivano i bronchi che alimentano il polmone di sinistra (il più danneggiato) ed entro le prossime 12-24 ore si procederà a un tentativo di staccare la bambina dal respiratore artificiale per provare a vedere come reagirà con il ritorno alla respirazione autonoma.

In vista di questo primo piccolo traguardo la sedazione è stata resa meno profonda. Si procede gradualmente e con molta cautela. I medici del Santobono stanno facendo il possibile per consentire a Noemi di lasciarsi il peggio alle spalle.

Il polmone destro è ben espanso ed ha buona funzionalità, tuttavia, continua il monitoraggio di tutti i parametri vitali.