Movida nel mirino del Governo. Stato d’emergenza prorogato fino ad aprile

La movida è nel mirino del Governo.

Le feste illegali nelle piazze e gli assembramenti che continuano a registrarsi nelle strade italiane, costringono l’esecutivo a pensare di ridurre ulteriormente le occasioni di socialità impedendo ovunque ai bar di fare attività di asporto dopo le 18 .

Sarebbe questa una delle ipotesi, oggetto di discussione fra governo e presidenti delle Regioni, che, una volta ufficializzate, saranno inserite in un Dpcm da varare in settimana con l’obiettivo di fare entrare in vigore le nuove regole da lunedì 18 gennaio.

L’altra novità contenuta nel Dpcm sarà la proroga del divieto di spostamento fra le Regioni, anche gialle. Dovrebbe slittare anche l’apertura degli impianti da sci e lo stato d’emergenza dovrebbe essere prorogato fino ad aprile 2021.

Tra le notizie positive, dovrebbero figurare: la riapertura (con limitazioni) dei musei nelle regioni gialle; l’istituzione di una zona bianca (con un Rt sotto 0.5), in cui poter riaprire tutto senza limitazioni; l’esclusione dei weekend arancioni per alcune Regioni.