Morsa (Fp Cgil): “Il sindaco Festa? Un salto nel passato.…”

Riceviamo e pubblichiamo…

Non usa giri di parole il Segretario Generale della Fp Cgil, Licia Morsa. Obiettivo delle sue osservazioni, questa volta, l’amministrazione comunale del comune capoluogo.

“Mi verrebbe quasi da dire il giurassico e la coerenza del sindaco – afferma – Nessun amministratore prima di lui è stato così coerente nelle proprie azioni politiche. Siamo, ormai, al “ritorno al passato”. A quasi due anni dalla sua elezione, Festa è riuscito a smantellare l’Ente Comune. Ha esternalizzato ogni servizio con la scusa del riequilibrio……in nome e per conto del commissario.

Ricordiamo al sindaco che la sua è una gestione politica e non tecnica”.

Tante le criticità riscontrate dalla Fp Cgil in questi primi due anni di Amministrazione Festa. Criticità destinate purtroppo a peggiorare con il passare del tempo se non si inverte la rotta.

“Tributi, Avvocatura, manutenzione del verde pubblico, buste paga – continua il Segretario – E poi, ancora, cosa dire dell’asilo nido comunale? Ci avviamo al terzo anno di chiusura. Ma non solo. Vorremmo sapere chi gestisce il Piano di Zona, se così può essere definito. I consultori? L’ufficio d’ascolto per i disabili? Quali gli accessi per gli stessi? Zero politiche sociali”.

Una situazione francamente inaccettabile.

“La carenza di personale si aggira intorno ai 150 lavoratori di diversi profili professionali. Dipendenti parcellizzati, prestano la loro attività in piccole percentuali tra questo e quel settore, magari completamente diverso. Piovono Ordini di servizio, la maggior parte notificati nottetempo. L’improvvisazione regna sovrana, nessuna prospettiva o programmazione a medio termine.

Carenze nella dirigenza? Nessun problema: lo nominiamo d’ufficio…”