Montoro Democratica: “Parcheggio San Pietro, ennesimo atto di campanilismo e protagonismo esasperato”

”Sorprende non poco che ci siano dichiarazioni di autorevoli rappresentanti del Comune, con compiti e funzioni distinte, per riaffermare che c’era stata carenza e dimenticanza della precedente Amministrazione nella realizzazione delle effigi dei punti salienti di grande interesse storico, culturale, architettonico, religioso e culturale. Ognuna delle immagini inserite negli spazi del parcheggio alla frazione San Pietro rappresenta l’unitarietà dei sentimenti religiosi e delle considerazioni storiche unitarie dei montoresi verso ogni immagine rappresentata. Perché pensare cose così assurde? Nessuno contesta una volontà che rappresenti un valore, ma ritenere che questo esalti una frazione rispetto ad altre è un fatto grave che risponde a logiche istintive di facile ed inutile populismo. La precedente Amministrazione per la frazione Misciano ha lasciato un cospicuo finanziamento che servirà a recuperare gran parte del contesto urbano e non si è mai aspettata riconoscimenti per un tardivo taglio di fili d’erba o per superficialità che non appartengono neanche alle competenze di Amministratori, ma che sono meri adempimenti gestionali. Non vorremmo che si scadesse in simili puntualizzazioni e soprattutto con una drammatica pandemia che dobbiamo sempre temere e mai sottovalutare. Non si possono assumere certi atteggiamenti sul piano politico ed istituzionale. Spiace rilevare che tali aspetti non aiutano i montoresi a superare il frazionismo, ma segnano il tono ed il contenuto delle azioni amministrative che rispondono solamente ad istinti populisti e di propaganda che non hanno nulla da vedere con la crescita sociale delle frazioni più piccole, verso le quali il nostro interessamento ed impegno si esprime sempre senza inutili rumori”.

Così il Gruppo Consiliare Montoro Democratica in una nota.