Montoro Democratica all’assessore Lepre: “Umiltà e lavoro senza proclami e polemiche inutili, la Comunità chiede altro”

“Di norma ETICA e POLITICA non confliggono. Quando avviene il contrario c’è mala politica. Non c’è niente da fare. Bisogna correre ai ripari ove possibile. Avviene sovente nella nostra accogliente, laboriosa e tollerante Comunità, che amministratori o rappresentanti della maggioranza che governa il Comune, si esercitano in interviste dal tono saccente e con finzione suadente per lanciare inutili strali verso tutto ciò che si distingue dal loro operato.

Quindi l’opposizione, la precedente Amministrazione e così via dicendo. Per ultimo, in ordine di tempo, si è sentito dire da un Assessore che “i servizi sociali prima non esistevano” e che la politica sociale espressa era stata “un disastro”. Per ordine, solo qualche notifica. Quando si hanno responsabilità di governo, anche a livello locale, bisogna saper guardare avanti, lavorare con serietà ed umiltà senza inutili proclami. Per intenderci, è come navigare in mare aperto. Bisogna conoscere la meta e saper superare le onde, anche le più pericolose.
Succede, al contrario, che costei cancella d’un colpo solo tutti i servizi sociali, ritenendo inesistenti le diverse unità impegnate, confligge rumorosamente con il PdZ, ignorando che quello è il luogo della politica sociale delle aree omogenee. Finge di dimenticare che ha dovuto commissionare ad una nota cooperativa, il monitoraggio delle problematiche sociali per euro 5.000, come se non dovesse essere lei a conoscerle ed ad affrontarle. Ha commissionato, sempre alla stessa cooperativa il supporto per i cosiddetti campi scuola, dimenticando che si tratta di soggetti esterni, ovvero associazioni reali e/o di circostanza che in autonomia avrebbero dovuto svolgere le proprie funzioni. Non conosce, l’Assessore, tutti i progetti sociali realizzati nel mandato precedente ed i soggetti coinvolti.
Bisognava partire da questi e se non condivisi, proporne altri e forse con pizzico di democrazia, trovare condivisione. Accusare altri vuol dire manifestarsi limiti enormi, che in verità noi auguriamo che si possano superare, perché una squadra fa questo, cioè riesce a correggersi ed a migliorarsi. Se s’intende andare avanti così, altro che attenzione alla spesa. Si traggano le conseguenze e si tolga l’incomodo. La Comunità richiede ben altro che le accuse inutili ed infondate”.
Il Gruppo Consiliare di Montoro Democratica