Minacce al capogruppo di SiAmo Pratola Serra, la nota

Riceviamo e pubblichiamo la nota inviataci dal gruppo consiliare SiAmo Pratola Serra, relativa alle minacce subite dal capogruppo Gerardo Galdo a opera di ignoti.

“A distanza di sole poche ore dallo scioglimento del consiglio comunale di Pratola Serra, sono presto arrivate le intimidazioni. È stata recapitata una lettera di minacce, neanche troppo velate, presso l’abitazione del nostro capogruppo Gerardo Galdo. Frasi indicibili che non risparmiano nessuno del nostro gruppo politico. Le minacce recapitate, infatti, sono dirette anche a chi, in questi anni, ci ha sostenuto e si è schierato a viso aperto e con coraggio con noi. Ancora una volta, siamo stati accusati di essere il male del paese, di essere portatori di odio, traditori ed infami. Non facciamo neanche ipotesi sull’autore o sugli autori di tale ignobile gesto, ma vogliamo chiarire che se di intimidazione si è trattata, è stato sbagliato sicuramente indirizzo. L’avvertimento, infatti, è di tacere e pensare agli affari nostri, ma l’omertà non ci appartiene proprio. Rispediamo, pertanto, al mittente i messaggi tipici di certi ‘ambienti’ e chiediamo alle Forze dell’Ordine, verso le quali abbiamo sempre riposto incondizionata fiducia e alle quali ci siamo prontamente rivolti onde segnalare l’accaduto, di alzare il livello di attenzione al fine di prevenire ‘spiacevoli’ eventi, fomentati, indubbiamente, dagli insulti – gratuiti – ricevuti in questi giorni ma che, con molta pazienza, abbiamo ignorato”.