Micotossine, l’allarme di Confagricoltura: lavoratori esposti a gravi patologie

L’aumento della esposizione alle micotossine per via inalatoria nei lavoratori del settore agro-zootecnico comporta significativi rischi tossicologici tali da imporci di elaborare adeguate ed efficaci modalità operative per ridurli drasticamente.
E’ di quanto si discuterà a Bisaccia, venerdì 15 novembre, alle ore 15.00, durante un seminario organizzato dall’Inail di Avellino in collaborazione con la sezione provinciale di Confagricoltura. L’obiettivo dell’incontro, che si terrà presso il Castello Ducale, è quello di dare evidenza a una problematica spinosa, fin qui poco nota, che coinvolge purtroppo centinaia di addetti impegnati nel settore agricolo quotidianamente esposti alle micotossine.

“Le malattie respiratorie occupazionali – spiega Angelo Frattolillo, vice Presidente regionale di Confagricoltura – sono patologie causate o aggravate da sostanze a cui si è esposti nell’ambiente di lavoro. Il numero di contaminanti ambientali è in continuo aumento e sono potenzialmente associabili all’asma e ad altre patologie delle vie aeree. L’esposizione ai micromiceti e alle micotossine, rinvenibili nei prodotti dell’agricoltura e nelle polveri che si generano durante le attività lavorative, può costituire – sottolinea Frattolillo – un importante fattore eziologico determinante l’insorgenza o la progressione di una patologia respiratoria. L’identificazione del rischio e l’adozione di idonee misure di prevenzione e protezione rappresentano elementi determinanti nella salvaguardia della sicurezza del lavoratore agrozootecnico.”

I lavori del seminario saranno introdotti da Grazia Memmolo, Direttore reggente della Direzione territoriale dell’Inail di Avellino – Benevento, da Angelo Frattolillo, Presidente Confagricoltura Avellino e vice presidente regionale, da Giovambattista Capozzi, Presidente dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati della Provincia di Avellino e da Ciro Picariello, Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Avellino.

Gli interventi saranno affidati a Carmine Piccolo, Direttore UOT CVR Inail di Avellino che relazionerà sull’analisi del comparto agro-zootecnico: andamento infortunistico e tecnopatico; Maria Carmela Ferrante, professore associato di farmacologia e tossicologia veterinaria presso l’Università di Napoli, Federico II, che terrà una relazione sulle “micotossine negli alimenti zootecnici e quelli destinati all’alimentazione umana e le micotossicosi nel lavoratore del settore agro-zootecnico”;  Michele del Gaudio, Ricercatore UOT CVR Inail di Avellino, che relazionerà su “DPI e dispositivi di protezione delle vie respiratorie” e Vitantonio Rubino, dottore agronomo che interverrà sulle  “Misure di prevenzione per limitare l’esposizione dei lavoratori del settore agro-zootecnico alle micotossine e ai micromiceti.”