Mercato in Viale Italia: residenti in rivolta: “Si rischierebbe di bloccare la città”

L’ipotesi di trasferire il mercato bisettimanale di Avellino in Viale Italia, ha spaccato in due la città.

Avellinesi concordi, altri in rivolta.

L’annunciata idea del Comune di trasferire i mercatari dal piazzale dello stadio, per far posto allo stazionamento dei bus, ha provocato malcontento soprattutto tra i residenti della zona.

“Viale Italia è arteria centralissima della città – dice una delle abitanti ai microfoni de Il Mattino – e non si considerano gli effetti devastanti che ci sarebbero, senza considerare che un mercato ha
bisogno di spazio per il posizionamento di camion e apertura degli stand. Si finirebbe per bloccare completamente migliaia di cittadini e di esercenti che insistono su questa zona, che ospita anche istituti scolastici frequentatissimi. Senza considerare il problema della sicurezza urbana. Avellino diventerebbe, così, una città turca”.

Tuttavia, non c’è nulla di concreto e, come recita un vecchio proverbio, “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”.

Il mercato al centro città, per ora, è solo un ipotesi, oltretutto tra le meno praticabili delle soluzioni (ciò che è emerso anche da una recente riunione della commissione comunale).