MANOVRA, +EUROPA: “GOVERNO TAGLIA FONDI PER OPERE STRATEGICHE SUD“

“Parlano di ‘riscoperta’ delle aree interne. Parlano di un possibile, nuovo modello di vita e di lavoro da realizzare partendo dai piccoli borghi. Parlano di una politica che ha a cuore la sostenibilità ambientale, che programma e realizza infrastrutture materiali e immateriali che liberino le città e offra occasioni di crescita e sviluppo per zone ormai desertificate. Parlano, parlano, parlano… Ma quando si tratta di decidere e di stanziare i fondi per completare opere strategiche quasi terminate come la Lioni – Grottaminarda il governo e la maggioranza M5S – PD – LEU tagliano, tagliano, tagliano…”. Lo dichiarano Fabrizio Ferrandelli, membro della segreteria di Più Europa, e Bruno Gambardella, portavoce campano di +Europa.
“Il Sud e le aree interne, al di là dei proclami, certamente non sono in cima ai pensieri del governo più ‘meridionale’ della storia repubblicana. Più Europa ritiene che, a partire dalla programmazione dei fondi New Generation UE, il Sud e le aree interne debbano essere il motore della rinascita economica post pandemia. La retorica non basta più e, soprattutto, non serve all’Italia”, concludono i due esponenti di Più Europa.