Maltempo, Pescara messa a soqquadro: a Taranto operaio disperso dopo tromba d’aria

Il maltempo che ha colpito ieri l’Italia ha fatto danni in quantificabili.

A Pescara, dove la grandine l’ha fatta da padrona chicchi grandi come arance, mai visto prima. Città in ginocchio, Francavilla, Ortona e Vasto fino ad avere feriti a Tortoreto. Nelle Marche, Numana, la riviera del Conero messa in ginocchio. Auto distrutte, circa 100 i veicoli danneggiati, addirittura una ragazza di 17 anni ferita ad un occhio e per di più incinta dalla forza della grandine.

Autovetture inoltre finite sott’acqua per oltre due metri, cassonetti della spazzatura in giro Pescara è stata nel caos. La situazione più critica all’ospedale Santo Spirito, dove l’acqua ha raggiunto anche il pronto soccorso e nel piano terra dove vi sono le sale operatorie.

A Taranto, invece, una tromba d’aria ha fatto crollare la gru dello stabilimento dell’Ilva. Un operaio risulta ancora disperso. Un giorno di maltempo dopo un caldo torrido è servito per mettere in ginocchio lo stivale.