M5S, Ciarambino: “Medico stremato dopo turno, gli chieda scusa chi lo ha messo alla gogna”

Valeria Ciarambino

“L’immagine di un’infermiera stremata che cede alla stanchezza e si accascia su una scrivania all’ospedale di Cremona è diventata, a ragion veduta, il simbolo della professionalità con cui i nostri operatori sanitari hanno lottato per mesi contro l’emergenza sanitaria. A Napoli, invece, un medico provato dall’intenso carico di lavoro che si adagia per qualche minuto appoggiandosi alla parete di un reparto, viene messo alla gogna dal politico di turno a caccia di click. Uno scatto finito nelle mani sbagliate ha finito col condannare un professionista che, come tantissimi medici al servizio dei nostri cittadini, si fa in quattro ogni giorno per sopperire a un’atavica carenza di organico, deve subire anche la condanna di chi è alleato di Vincenzo De Luca, l’unico responsabile del disastro sanità in Campania per colpa del quale medici come quello della foto sono costretti a lavorare in condizioni disumane e con turni massacranti”. Lo dichiara la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino.

“Piuttosto che offendere chi lavora con senso del dovere e senza mai risparmiarsi, questo signore che siede tra i banchi del Consiglio regionale e che ha fatto girare questa foto, chiedesse piuttosto conto al suo governatore degli ospedali che già traboccano di barelle, delle liste d’attesa che arrivano due anni e di ospedali prefabbricati pagati 18 milioni e mai aperti, finiti sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati. Il tutto dopo aver chiesto scusa a chi si rimbocca le maniche ogni giorno per garantire il diritto alla salute in Campania nonostante De Luca. I nostri operatori della sanità meritano rispetto e io sarò sempre al loro fianco”.