LynLee Hope, la bambina nata due volte

Si chiama LynLee Hope, è del Texas ed è letteralmente nata due volte. Ad appena 23 settimane, la piccola è infatti stata sottoposta ad un intervento chirurgico cruciale per poi tornare nel ventre materno, dove è rimasta fino alla 36esima settimana.

Tutto è iniziato quando sua madre, Margaret Boemer, incinta di 16 settimane, è andata a fare una visita di routine. Dall’ecografia è però emerso che qualcosa non andava: aveva il Teratoma sacro-coccigeo, un tumore che viene riscontrato circa ogni 35/40mila nascite.

La brutta notizia non era la prima che la donna riceveva in poco tempo, perché, in realtà, alcuni mesi dopo l’inizio della gravidanza aveva perso la gemella di LynLee Hope. Scoprire quindi che anche l’altra figlia era in pericolo è stato uno shock.

Uno dei medici del Texas Children’s Hospital ha spiegato che alcuni di questi tumori possono essere tolti dopo la nascita dei piccoli. Tuttavia, ha aggiunto il dottore, altre volte possono provocare dei problemi al feto legati al flusso sanguigno.

Alla donna è stato quindi consigliato un intervento di chirurgia fetale. Una scelta non facile da prendere.

Ma i suoi genitori non hanno avuto dubbi: “Volevamo darle la vita”.

E così, a 23 settimane e 5 giorni, la piccola è stata sottoposta all’intervento chirurgico, durato complessivamente circa cinque ore. Per pochi minuti il feto è stato tenuto fuori dalla madre ed i battiti del cuore di LynLee Hope sono rallentati incredibilmente, ma ne è valsa la pena perché i chirurghi sono riusciti a rimuovere la massa e a riposizionare la piccola nel grembo materno.

Una volta trascorse 12 settimane, LynLee è praticamente nata una seconda volta. Alcuni giorni dopo la bambina è stata operata per asportare una parte di tumore che i medici non avevano potuto raggiungere in precedenza, ma anche questo intervento è riuscito con successo.