Lavoro nero e violazioni in materia di sicurezza dei lavoratori: nei guai tre imprenditori

Lavoratori privi di regolare assunzione ed omissioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori: questo è lo scenario emerso da alcuni controlli ad opifici conciari di Solofra e Montoro, effettuati dai Carabinieri della Stazione di Solofra unitamente ai colleghi del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino.

Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nel capillare controllo del territorio teso a garantire rispetto della legalità finanche sui luoghi di lavoro, ancora troppo sovente scenari di incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto di normative e procedure di sicurezza.

All’esito delle verifiche, tre imprenditori sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Avellino per non aver provveduto all’informazione/formazione dei dipendenti nonché per non aver sottoposto i lavoratori alla prescritta visita medica.

L’accesso ispettivo permetteva inoltre di accertare la presenza di lavoratori “in nero”: per due attività sono stati adottati provvedimenti di sospensione in quanto impiegavano lavoratori privi di regolare assunzione in misura superiore alla soglia del venti percento del totale delle rispettive maestranze fissata dalla normativa vigente.