L’Avellino ritrova i tre punti in casa dopo 78 giorni: 3 a 1 al Rieti

Avellino-Rieti:3-1
AVELLINO (3-4-3): Tonti; Illanes, Morero, Laezza (49′ st Palmisano); Celjak, De Marco (49′ st Rossetti), Di Paolantonio, Parisi; Karic (1′ st Silvestri), Charpentier (25′ st Alfageme), Micovschi (42′ st Evangelista). A disp.: Pizzella, Abibi, Palmisano, Zullo,  Njie,  Carbonelli,  Petrucci. All.: Capuano.

RIETI (3-4-3): Addario; Tiraferri, Gigli (20′ pt Tirelli), Granata; Esposito, Palma (45′ st Arcaleni), Zampa (45’st Del Regno), Zanchi; De Paoli, Beleck (45′ st De Sarlo), Marcheggiani. A disp.: Pegorin,  Marino, Bellopede,  Poddie,  Nallo. All.: Caneo.

MARCATORI: 3′ pt aut De Paoli, 14′ st Micovschi, 18′ pt Charpentier, 27′ pt Zanchi

ARBITRO: Fiero di Pistoia.

Guardalinee: Bonomo-Biffi.

NOTE: Ammonito: Morero (A), Zampa, Zanchi, Tiraferri (R).  Angoli 4-3 Rec: 4′ pt, 5′ st

3-4-3 per l’Avellino con Charpentier al centro dell’attacco e Karic e Micovschi ai sui lati. Davanti a Tonti, Illeanes, Morero e Laezza. Cejiak, De Marco, Di Paolantonio e Parisi in mediana. Fuori Albadoro per scelta tecnica. Capuano ex di turno ha l’obbligo di vincere.

Primo confronto storico con il Rieti. Le due squadre non si sono mai incontrate fino a quest’oggi.
Pochi spettatori sugli spalti del Partenio-Lombardi, desolati e in attesa di conoscere il futuro della società al momento, tutt’altro che certo con Luigi Izzo che aspetta insieme ai suoi soci, di rilevare il club dalle mani di De Cesare.

Prima dell’avvio del match la squadra va sotto la Curva. Arriva l’incitamento del settore.

LA GARA -Al 3′ bella azione Karic, Parisi con quest’ultimo che giunto in area calcia a rete. Addario respinge. Sulla susseguente azione tiro di Micovschi con deviazione di De Paoli, 1 a 0 per l’Avellino.

Al 4′ su assist basso di Micovschi è Di Paolantonio a sparare alle stelle. Una buona partenza dei lupi in questo match contro i laziali di Caneo. Al 13′ Charpentier si libera e dal limite calcia di poco al lato.

Al 14′ De Marco ruba palla e mette al centro per Micovschi che stoppa ed infila alla sinistra di Addario. Al 16′ punizione per il Rieti con Beleck che viene atterrato al limite. Tiraferri calcia alto. Al 18′ Micovschi in progressione entra in area e crossa per Charpentier che di testa deposita per il 3 a 0.

Al 20′ entra Tirelli al posto di Gigli. Rieti super offensivo per provare a recuperare il match. Cori per i cugini casertani dalla Curva Sud. Al 27′ assist di Esposito per Zanchi che, tutto solo, dal limite realizza il gol del 3 a 1.

Al 32′ errore di Illeanes, Marcheggiani cede la sfera a De Paoli che calcia, ma Tonti salva. Al 35′ girata di Karic debole bloccata dall’estremo difensore laziale. Al 39′ Avellino in affannno con De Paoli e Beleck che vanno al tiro. Tonti si salva con l’aiuto della difesa. E’ l’ultimo sussulto della prima frazione.

 

SECONDO TEMPO – Capuano inserisce Silvestri per Karic e l’Avellino passa al 3-5-2. Micovschi alle spalle di Charpentier. I lupi provano a partire forte anche nella ripresa. Al 15′ Parisi manda un pallone in area, ma un difensore ospite anticipa Charpentier.

Al 20 è Parisi ad andare in progressione e calciare a rete. Tiro sul fondo. Al 23′ Charpentier di testa lancia Micovchi che percorre 30 metri palla al piede e giunto in area e calcia di poco al lato.

Al 25′ i lupi devono rinunciare a Charpentier, al suo posto entra Alfageme. Al 29′ Silvestri serve Micovschi in profondità, il calciatore scuola Genoa arriva in area e calcia, il portiere si oppone.

Al 31′ assist di Tirelli per Beleck che in area spara alto. Brivido per l’Avellino.

I lupi avrebbero potuto incrementare in diverse occasioni il punteggio nella prima mezz’ora. Al 39′ è Alfageme a tentare un improbabile pallonetto. L’argentino spreca una ghiotta occasione.

Al 41’ci prova Tirelli dalla distanza, Tonti si oppone. Al 42′ esordio per l’avellinese Evangelista che prende il posto di Micovschi. Non ci sono particolari emozioni fino alla fine.

Dopo 78 giorni l’Avellino trova nuovamente la vittoria in casa. L’ultimo successo tra le mura amiche era arrivato contro il Teramo, tre punti che permettono all’Avellino di respirare.