L’Avellino batte anche la Lupa Roma (1-2), lupi a -2 dal Lanusei

Lupa Roma-Avellino: 1-2

Lupa Roma (4-3-1-2): Reali, Perocchi, Cacciotti, Giorgi, Negro; Di Giovanni (38′ st Tomaselli), Mastrantonio (36′ st Rebecchini), Ansini; Pompili (28′ st Squerzanti); Alonzi, Mastromattei.

A disp.: Signorelli, Cucciari, Di Franco, Rossetti, Ceraolo, Olivetti.

All.: Amelia

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (8′ st Gerbaudo), Da Dalt (19′ st Ciotola); Sforzini (12′ st Mentana), De Vena (37′ st Buono).

A disp.: Pizzella, Omohonria, Dondoni, Pepe, Capitanio.

All.: Bucaro

Arbitro:  Monaco di Termoli. Assistenti: Carpano di Siena e Venuti di Valdarno.

Marcatori: 14′ pt Morero, 20′ pt Da Dalt, 46′ pt Alonzi.

Note: ammonito: Alonzi; angoli 0-4; recuperi 1′ pt e 5′ st.

 

AVELLINO CALCIO – A Rocca Priora l’Avellino incontra la Lupa Roma e si gioca ancora qualche chance di promozione diretta. Mister Bucaro deve rinunciare ad Alfageme infortunato. 4-4-2 per gli irpini con Viscovo in porta, difesa a quattro con Betti e Parisi sugli esterni ed il duo Morero-Dionisi in mezzo. In mediana Tribuzzi e Da Dalt sulle fasce ed il duo Di Paolantonio in mezzo.  Sforzini e De Vena di punta.

PRIMO TEMPO – L’Avellino prova a partire forte con un colpo di testa di Sforzini sotto misura. Al 9′ grande occasione per i lupi con Tribuzzi che calcia al volo su un bel cross di Parisi. Sei minuti dopo arriva il vantaggio biancoverde con capitan Morero che realizza di tacco. Quarto centro stagionale per il difensore argentino.

Al 22′ arriva il meritato raddoppio dell’Avellino con Da Dalt bravo a fare tutto da solo e a metterla nell’angolino. Al 32′ occasionisssima per Matute che ci prova dai 30 metri. Monumentale la prova del pacchetto arretrato biancoverde, con Morero che la fa da padrone. E’ un Avellino che sta meritando in pieno il successo. Al 45′, però, Alonzi con una grande giocata accorcia le distanze. Un vero peccato per Sforzini e compagni che stavano dominando.

SECONDO TEMPO – Pronti via e l’Avellino ci prova con un colpo di testa di Sforzini, bravissimo l’estremo difensore Reali. L’Avellino ha due occasionissime d’oro. La prima con Ciotola che tenta un tiro a giro e Tribuzzi.

Al 27′ è De Vena a sparare alto su suggerimento di Matute. I lupi soffrono e cercano di mantenere il vantaggio. I lupi stringono i denti e riescono a festeggiare. Il Trastevere ha battuto il Lanusei, adesso, la vetta e a -2.