L’Avellino batte 2 a 1 la Vis Artena. Grinta e carattere per i lupi

VIS ARTENA-AVELLINO: 1-2

VIS ARTENA (3-5-2): Rausa; Tarantino, Costantini, Montesi (16′ st Binaco); Marianelli, Origlia, Crescenzo, Panella, Pompei; Pagliaroli, Persichini. A disp.: Scaramuzzino, Capanna, Sabelli, Palombi, Binaco, Cuscianna, Baldassi, Austoni, Loscalzo. All.: Punzi.

AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi (1′ st Mitrha); Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (19′ st Gerbaudo), Da Dalt (31′ st Ciotola); Alfageme (45′ st Buono), Sforzini (1′ st Mentana). A disp.: Pizzella,   De Vena, Buono, Omohonria, Capitanio. All.: Bucaro.

ARBITRO: Vergaro di Bari.

Guardalinee: Dell’Orco-Signore.

RETE: 8′ pt Sforzini (AV),28′ st Origlia (VART), 36′ st Ciotola

NOTE: Ammoniti: Parisi, Betti (A) spettatori 700 circa. Angoli: 4-32 Avellino

L’Avellino è obbligato a vincerle tutte per sperare ancora nella promozione. Mister Bucaro si affida al 4-4-2 e rispolvera Sforzini in attacco. La punta ritrova una maglia da titolare dopo diverse settimane.

LA PARTITA-Pronti via e l’Artena colpisce un incrocio da calcio d’angolo. Al 7′ è Alfageme in progressione a servire Sforzini, l’attaccante non aggancia e la sfera finisce a Tribuzzi che cade in area e l’azione sfuma.

Successivamente ci prova Alfageme, ma Rausea è bravo a fermare il numero 21 dell’Avellino. Un minuto dopo arriva il vantaggio, con Sforzini che inzucca di testa su un perfetto cross di Da Dalt e regala l’1 a 0 all’Avellino. Il bomber va ad esultare con il papà e con il figlioletto presenti in Tribuna al Caslini. Gioia e liberazione per il Tagliagole che con Bucaro aveva trovato poco spazio.

Costante l’incitamento dagli spalti da parte dei supporter irpini. Tra l’altro i tifosi irpini, hanno fatto un gemellaggio con i ragazzi della Vis Artena che lo avevano chiesto prima dell’avvio del match.

Al 19’è Morero ad andare vicino al raddoppio con un tiro al volo dal limite che si spegne al lato. E’ un Avellino sceso in campo sicuramente con il piglio giusto.  Al 34′ primo guizzo dei laziali con Montesi che ci prova da posizione defilata, ma Viscovo risponde presente. 40 guizzo personale di Tribuzzi che arriva al limite e calcia, ma il portiere di casa è attento e blocca senza problemi. E’ questo l’ultimo guizzo della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO – Bucaro decide di far rifiatare Parisi apparso molto nervoso e Sforzini, mandando nella mischia il francese Mithra e l’attaccante Mentana.

Al 6′ ci prova Alfageme di testa, ma il portiere di casa è bravo a bloccare ancora una volta. Un minuto dopo brivido per i lupi con Persichini che ci prova in diagonale, ma il suo tiro finisce di poco al lato.

Al 19′ è Tribuzzi con una grande conclusione a mandare il pallone dal limite, di poco lontano dalla porta artenina. 21′ tiro di Di Paolantonio da dimenticare. Al 23′ Alfageme non riesce a chiuderla per ben due volte, sulla seconda ribattuta del portiere Mentana realizza di testa, ma l’arbitro annulla. L’Avellino lotta, ma è stanco e non riesce a chiudere la contesa.

La Vis raggiunge il pareggio al 28′ cross di Pompei per la testa di Origlia che non perdona. Al 33′ Alfageme viene atterrato in area, ma il direttore di gara lo ammonisce. Al 34′ Bucaro viene espulso per proteste. Al 40′ l’Avellino trova il 2 a 1, Tribuzzi in accellerazione mette un perfetto cross al centro per Ciotola che in spaccata non perdona. Al 42′ Alfageme per Tribuzzi che tenta il tiro, conclusione bloccata.