“La villa del tempo assente”. Pisano si racconta ad Avellino Letteraria

Avellino Letteraria, sabato 27 novembre, alle 18 a Villa Amendola. La rassegna ideata da Annamaria Picillo, giunta al settimo appuntamento, vedrà protagonista lo scrittore Domenico Pisano con “La villa del tempo assente”. Pisano, nato a Montefalcione in provincia di Avellino, ha insegnato italiano e latino al liceo Statale Virgilio di Avellino. E’autore di opere in prosa e poesia con cui ha ottenuto svariati riconoscimenti. Il romanzo “La villa del tempo assente”, edito da Italia Pequod, una denuncia verso strutture sociali molto spesso di scarsa valenza etica, una riflessione sulla vecchiaia, il “tempo assente” appunto, un atto d’amore. Una casa per anziani, “Villa Sorriso”, nella quale è ospitato Giuseppe. Alla sua morte, il figlio, recupera gli effetti personali, tra i quali una scatola di cartone contenente molti suoi appunti scritti a mano, note senza una data precisa, introdotte solo da ieri, oggi, domani. Sarà l’inaspettata scoperta di un uomo e di un padre,che svela una dimensione di vita sconosciuta. La dura esperienza nella casa percorre sentieri di cruda realtà e altri di tenera malinconia. Un cammino lungo il quale, ferocia e amore, indifferenza e solidarietà, ricordo e oblio si intrecciano attraversano la quotidianità e la dignità di un anziano come lame affilate che feriscono la coscienza di un uomo. Nel corso della serata interverrà Maria Cristina Fruncillo, già presidente di RSA. Partecipa con l’autore, la giornalista Daniela Apuzza.