La scherma irpina respira aria di podio grazie ai giovanissimi Rajputs

Lo scorso fine settimana si è tenuta, al “Palairno” di Baronissi, l’interregionale nelle tre armi: sciabola, spada e fioretto, che ha visto la partecipazione di 508 atleti provenienti da tutto il sud Italia. Domenica 24 la squadra di scherma di Avellino dei RAJPUTS conquista 3 podi, presentando in pedana 5 atleti nella specialità FIORETTO: 4 categoria giovanissimi e 1 categoria ragazze.

In crescendo la giovanissima Giulia Festa che dopo un girone impeccabile affronta quattro dirette dimostrando gran carattere e vincendo la semifinale con cuore e tecniche raffinate contro l’avversaria del club di Reggio Calabria. Entra in finale lottando come una leonessa contro il club scherma Salerno e si fa onore portando a casa un meritatissimo argento. Giulia rappresenta una bella promessa per la scherma irpina.

Non da meno è la giovanissima Alessia Peluso, chiamata affettuosamente dal maestro e compagni “la donna di ghiaccio”, che, con la sua freddezza e determinazione, dopo un girone eccezionale, supera la prima diretta e si arrende solo all’avversaria che sarà la vincitrice della gara. Alessia viene premiata con un validissimo 8 posto che promette molto di più.

Nella categoria giovanissimi Festa Adrian, ancora una volta dimostra la sua grinta e la fame di gloria con un’ottima prestazione nel girone. Entusiasmante la sua diretta per entrare in semifinale contro il club scherma di Corigliano: sotto di 5 punti riesce con grinta e determinazione a raggiungere e vincere l’avversario 10 a 9, si arrende solo al vincitore del 1° posto e comunque porta sul podio i RAJPUTS con un ottimo bronzo.

Coinvolgente e di gran qualità la performance di Federica Peluso, categoria ragazze, che dopo un bel girone, ci fa sognare con una diretta affrontata con la giusta aggressività determinazione e grinta. Da vera lottatrice Federica vince la sua avversaria barese. Le sue qualità ci fanno da sempre credere in lei e in quello che potrà fare per l’avvenire.

Grande prestazione anche del nostro giovanissimo Niccolò Ferrara. Evidente in pedana la sua evoluzione e i miglioramenti rispetto agli inizi. Il suo modo di affrontare la competizione e anche le tecniche utilizzate fanno superare a Niccolò la 1° diretta. Il piccolo atleta irpino si ferma alla seconda diretta ma dimostra gran cuore e spirito di squadra nei confronti del suo inseparabile compagno di allenamento Adrian, che Niccolò sosterrà fino all’ultima stoccata!