La piccola Jolanda strangolata: indagini vicine alla svolta

E’ stato arrestato domenica Giuseppe Passariello, il papà della piccola Jolanda, la bambina di otto mesi deceduta presso l’ospedale Umberto I di Nocera.

All’uomo, accusato dell’omicidio della figlioletta, la procura di Nocera Inferiore aveva ipotizzato contestazioni gravi fin dall’inizio: in particolare, ripetuti maltrattamenti che avrebbero causato la morte della minore quale conseguenza delle lesioni riportate, aggravate dall’omissione reiterata dei necessari soccorsi.

Ormai il piccolo angelo non c’è più, una bimba dolcissima uccisa con la violenza, questo è certo.

Non resta che incrociare l’esito delle perizie con il racconto fatto nella nottata tra sabato e domenica dai suoi genitori. Sono soprattutto quei segni sul collo ad aver da subito insospettito gli inquirenti e ora, potrebbero trovare una risposta nell’esame autoptico disposto dalla procura di Nocera Inferiore.

Nel corso degli accertamenti medici di ieri nessun dettaglio è stato trascurato ed oggi sul tavolo del magistrato titolare dell’indagine potrebbe arrivare qualche elemento utile a dare una decisiva svolta alle indagini.