La mamma gli sottrae il computer e il ragazzo si lancia nel vuoto, è grave

E’ successo a Torino dove Ruben, un ragazzo di diciannove anni ha compiuto un gesto estremo.

La mamma del giovane, vedendo che il proprio figlio era schiavo del mezzo meccanico un giorno ha deciso di sottrarglielo provocando una reazione molto forte anche emotiva del figlio, tanto da lanciarsi dal quinto piano della palazzina dove risiedono.

Il ragazzo ora si trova in condizioni critiche all’ospedale, la prognosi è riservata a causa dei forti traumi sparsi al capo e alle vertebre, non si escludono inoltre lesioni agli organi interni.

Questa vicenda ricorda quella degli “Hikikomori”, un atteggiamento psico-comportamentali dovuti all’eccesso uso dei mezzi informatici, si stima che in Italia ci siano addirittura oltre centomila casi, in cui i ragazzi trovano una valvola di conforto usando il computer al posto di uscire e godersi la loro giovinezza.