Izzo-Circelli, convivenza quasi impossibile. Ma la squadra va completata

SaGi – Mentre i tifosi, e soprattutto Capuano, aspettano rinforzi per completare l’organico e guardare al futuro con maggiore serenità, in seno alla società, si sta vivendo una autentica guerra come quella tra Guelfi e Ghibellini. Da un lato il presidente Izzo e il Dg Martone e dall’altro il vice presidente Circelli.

Quest’ultimo, che al momento ha potere di firma, la scorsa settimana ha avuto un brutto diverbio con il direttore generale. A scaturire la lite verbale, il contratto dell’argentino Federico, tesserato senza il placet dell’area tecnica. E la mancata volontà almeno fino a qualche ora fa, di firmare contratti per giocatori funzionali alla strategia di Capuano.

La coppia Martone-Musa infatti, sta lavorando senza soste per mettere a segno gli ultimi colpi, ma serve il “visto” di Circelli che rispetto a prima sembra essersi ammorbidito in merito all’arrivo di Evacuo (è chiaro però che il bomber di Scafati non dovrà rappresentare l’unico arrivo).

La vicenda va risolta al più presto. Izzo è pronto a mettere sul tavolo i soldi per liquidare il socio e prendere in mano le redini della situazione.

Una situazione che non deve pesare però sull’economia del mercato. Bisogna prima chiudere il cerchio riguardo l’organico e poi, si può pensare di risolvere le vicende societarie. Fatto sta che a più di un mese dal loro insediamento il pokerissimo scricchiola.

Infine Circelli ha definito Martone inadatto a ricoprire il ruolo: ad oggi dal mercato sono arrivati un difensore di categoria Bertolo e due giocatori Dini ed Izzillo che lo scorso anno hanno vinto il torneo di C…