IRPINIA IN AZIONE, NUOVO GRUPPO A TORRE LE NOCELLE

Si allarga la compagine provinciale del partito di Calenda e Richetti, con la nascita del nuovo  gruppo “Torre le Nocelle in Azione”, il cui referente territoriale sarà Antonio Garofano, consulente marketing e comunicazione

Anche in provincia di Avellino, come nel resto di Italia, sono numerosi i cittadini che hanno dimostrato interesse verso la proposta politica di Calenda ed il metodo proposto; Azione ha deciso di battere sentieri più complessi, ma con una visione più ampia del futuro e  si contraddistingue per un lavoro di proposte concrete sorrette da  una  campagna di ascolto diretta ad intercettare i bisogni della gente e finalizzate a fornire risposte adeguate ed efficaci.

“Vogliamo dare voce alle tante persone che oggi non trovano nessuna rappresentanza ma che credono in una politica diversa, lontana dalla logica del tifo e delle clientele, più pragmatica e risolutiva – dichiara Antonio Garofano – La speranza è di coinvolgere persone nuove, unite dalla bandiera del riformismo e della voglia di cambiare e innovare. Siamo fieri di essere tra i primi in Provincia di Avellino a credere a questo nuovo progetto politico e speriamo nascano altri gruppi nel medio Calore e nella propvincia per fare sinergia e dare voce alle istanze del territorio con maggiore forza”.

La nascita di Azione nella valle del Calore dimostra come il desiderio di partecipazione sia forte  ed  evidenzia che, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, ancora c’è voglia di credere nella politica che non si appassiona alle beghe legate alla gestione del potere finalizzate al mantenimento dello status quo, ma che immagina nuovi scenari di crescita e futuro per le nostre realtà, che continuano ad essere sempre più distanti dalla politica dei palazzi.

“Con la costituzione del comitato di Azione nella valle del calore si aggiunge un altro tassello nel lavoro di organizzazione territoriale del partito – dichiara Giovanni Bove, referente provinciale Azione – e per la politica è sempre una buona notizia quando gruppi motivati di giovani professionisti e di nuove leve decidono di mettersi in discussione, donando alla politica tempo, professionalità e competenze, che nello scenario della nostra provincia rappresentano merci sempre più rare e da valorizzare”