Incendio all’Ics, il dirigente Vena: “Non escludiamo il dolo”

L’Ics di Pianodardine è andata a fuoco ieri, poco dopo le 13. E fortunatamente, mentre gli operai erano in pausa pranzo. A chiedere soccorso il titolare del distributore Esso alla vista del fuoco.

La nube si è sprigionata dalla fabbrica che da oltre venti anni produce materiali plastici, in particolare involucri esterni delle batterie per auto. Una volta stampati, sono depositati sull’enorme piazzale.

Questo è il cuore dell’incendio che ha sprigionato il fumo nero dalla Ics il cui dirigente, Franco Vena, a Il Mattino afferma: “Abbiamo operato per mesi senza problemi, con temperature che sfioravano i 40 gradi. Incredibile che sia accaduto adesso. Non escludiamo neanche il dolo”.