Importante sentenza della Cassazione in materia di responsabilità contrattuale dopo un ricorso dell’avv. Romano

Ancora una brillante e squillante vittoria presso la Corte di Cassazione dell’Avv. Antonio Romano di Lapio e appartenente del Foro di Avellino. Con ordinanza n. 9866 del 26/01/21, pubblicata il 15/4/2021, la Sesta Sezione Civile-3 della Suprema Corte ha accolto per intero il ricorso del legale irpino in materia di responsabilità contrattuale  ex art. 2049 c.c. La vicenda iniziata nel lontano 2005 traeva origine dalla richiesta di pagamento di fornitura merce. Nei due precedenti gradi di giudizio il creditore vedeva il mancato accoglimento delle proprie pretese perché i giudici di merito  ritenevano inesistente il rapporto contrattuale assunto da un dipendente e non dal legale rappresentante dell’azienda. I giudici di legittimità, invero, nel ribaltare le due precedenti pronunce, con il provvedimento odierno le hanno ribaltate, sancendo la responsabilità del datore di lavoro per i fatti dei propri dipendenti. L’avv. Antonio Romano, con l’odierno risultato, aggiunge al proprio pedigree professionale un altro eclatante successo che segue di poco quello ottenuto appena due mesi fa presso la Corte di Cassazione e va ad aggiungersi alle innumerevoli pronunce favorevoli, che hanno caratterizzato e caratterizzano il suo personale percorso forense.