Il Vicepresidente Picariello incontra il ministro per le disabilità Stefani, la nota di Irpini della Capitale

In data 26 maggio 2021 presso l’Holiday Inn di Napoli, il nostro Vicepresidente AntonellaPicariello ha partecipato all’incontro con Erika Stefani, Ministro per le disabilità. All’incontro hanno partecipato alcuni esponenti del Governo Nazionale e Campano insieme a rappresentanti delle associazioni di categoria.
In qualità di collaboratore tecnico del comitato di ricerca rivolto ai disturbi del neurosviluppo presso l’Istituto Superiore di Sanità, il nostro Vicepresidente ha espresso soddisfazione sia per l’istituzione di un dicastero dedicato interamente alle disabilità, sia per il ruolo svolto dall’Iss, da sempre a fianco dei più fragili.
Antonella Picariello ha poi sottoposto al Ministro molte tematiche attuali, ricordando, ad esempio, che il provvedimento sui caregiver è fermo dal 3 maggio in commissione XI lavoro in senato. Ha espresso anche la necessità di introdurre la firma digitale allo scopo di permettere al disabile di esprimere la propria volontà senza l’ausilio di un familiare o di un tutore. Ha inoltre fatto una breve panoramica sulle malattie rare ed evidenziato la necessità di avere un canale diverso dalle patologie ordinarie. Ha esternato la disomogeneità di trattamento sul territorio nazionale e la necessità da parte dello stato, di dare più incisivi indirizzi di controllo alle regioni. Ha illustrato brevemente l’adesione dell’Italia, insieme ad altri 7 paesi dell’UE, al progetto sulla european disability card, finalizzata all’introduzione di una tessera erogata da Inps e distribuita da Poste, che permette l’accesso alle persone con disabilità a una serie di servizi gratuiti o a costo ridotto in materia di trasporti, cultura e tempo libero sul territorio nazionale in regime di reciprocità con gli altri Paesi aderenti. In qualità di Vicepresidente dell’associazione “Irpini della capitale” ha espresso il desiderio di intraprendere un percorso sperimentale proprio partendo da Avellino.
Ha, infine, espresso la necessità di rivedere il settore delle pensioni di invalidità civile.
In conclusione, a fronte di varie forme di disabilità che creano disagi dal punto di vista motorio e vulnerabilità psichica ed emotiva, Antonella Picariello ha manifestato l’urgenza di abbattere le barriere architettoniche per permettere ai disabili di svolgere una vita “quasi normale”.
La Ministra si è detta colpita dalla capacità di sintesi ma soprattutto dalla focalizzazione su criticità reali e prioritarie, rispondendo con l’impegno di fornire risposte concrete in tempi brevi.