Il Consorzio di Bonifica dell’Ufita interviene in soccorso della Provincia di Avellino per la salvaguardia idraulica del fiume Ufita

Le persistenti e copiose piogge dei mesi scorsi hanno messo in ginocchio il territorio irpino ed il reticolo idrografico della valle dell’Ufita.

Si segnala, in particolare, l’erosione che interessa le sponde del fiume Ufita, nei pressi dell’area industriale di Flumeri, nell’area confinante con i territori di Frigento e Grottaminarda, con pericolo di interessamento anche per le vicine attività imprenditoriali e agricole dell’area, come si evidenzia anche dalla foto dell’articolo:

Su segnalazione di privati cittadini, il Consorzio di Bonifica dell’Ufita si è prontamente dichiarato disponibile ad effettuare l’intervento riparatorio, d’intesa con la Provincia di Avellino ente competente per territorio.

La disponibilità del Consorzio è stata sposata, in tempi altrettanto brevi, dalla Provincia di Avellino, che ha rilasciato, con massima solerzia, l’autorizzazione ad intervenire.

Il presidente del Consorzio di Bonifica dell’Ufita, Francesco Vigorita, ha parole di particolare apprezzamento per il neoconsigliere delegato del Consorzio di Bonifica dell’Ufita, Marisa Graziano, designata a tale incarico proprio dalla Provincia di Avellino:” Decisiva, per il perfezionamento dell’intesa tra la Provincia e il Consorzio, è stata nell’occasione proprio l’azione svolta da Marisa Graziano, che ha mostrato con immediatezza, attenzione e  sensibilità istituzionale, per giungere in tempi brevissimi alla soluzione di un problema concreto ed urgente”.

Il Consorzio di Bonifica provvederà, con propri mezzi e manodopera, ad effettuare immediatamente un lavoro di manutenzione ordinaria, consistente nell’apertura della sezione del Fiume, liberandola dalla vegetazione spontanea e dal materiale lapideo che, accumulatosi nel tempo, ne limita fortemente il normale deflusso idraulico.

L’azione del Consorzio sarà perciò un “intervento di primo soccorso”, al fine di evitare che il laceramento del paramento della sponda sinistra del fiume, verificatosi a seguito degli eventi eccezionali di pioggia registrati nello scorso mese di febbraio, possa interessare un tratto di sponda sempre più vasto e arrecare ulteriori danni ai privati cittadini, alle infrastrutture pubbliche ed agli impianti irrigui del Consorzio.

Il materiale lapideo, che, come detto, limita la sezione idraulica del fiume Ufita, verrà allontanato dal centro dell’alveo e accumulato in prossimità della sponda a difesa della stessa.

La Provincia, invece, interverrà successivamente, nei prossimi mesi, avendo il tempo a disposizione per programmare un intervento di manutenzione straordinaria (progettazione, gara di appalto, ecc.) per il ripristino definitivo dell’intera area.

“Questa collaborazione, conclude il presidente Francesco Vigorita, tra il Consorzio di Bonifica dell’Ufita e la Provincia di Avellino conferma, per l’ennesima volta (così come già avvenuto con svariati Comuni con i quali abbiamo stipulato intese istituzionali), che il dialogo tra gli enti è sempre la strada migliore per risolvere efficacemente i problemi e per attuare, in tempi brevi, qualsiasi procedura di intervento sul territorio”.