Ics Pianodardine: tutti gli stampi dissequestrati

Durante la protesta dei lavoratori dell’Ics, davanti alla fabbrica di Pianodardine andata a fuoco lo scorso 13 settembre, la Procura di Avellino ha dato l’ok al dissequestro dei preziosissimi stampi.

La richiesta in auge giungeva dai legali dell’azienda poichè, i componenti presenti nell’opificio rimasti dopo il grosso incendio, risultano fondamentali per riprendere la produzione.

Dopo un primo rigetto, ieri è arrivata la notizia dell’accoglimento delle richieste avanzate dalla proprietà che ha consentito agli operai di tirare un respiro di sollievo sul loro futuro.

Gli stampi saranno recuperati e consentiranno di riavviare la produzione in altri stabilimenti riconducibili allo stesso gruppo e aperti nel Nord Italia.