I sindacati scendono in campo a supporto dei lavoratori dell’Ema

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa dei sindacati che manifestano il loro malcontento sulla situazione dei lavoratori dell’Ema in pieno contesto con il segretario Altieri:

“Adesso basta, la misura è colma e per questo rispondiamo alle iniziative isolate e contro la volontà della maggioranza dei lavoratori della Ema, intraprese negli ultimi mesi dal segretario provinciale della Uilm Altieri”

Altieri, continuano i sindacati, “Non rappresenta più i lavoratori della Ema ed è stato contestato ferocemente nell’ultima assemblea di fabbrica. La guerra personale portata avanti negli ultimi mesi adesso è rivolta anche contro di noi perché nei giorni scorsi ha presentato una denuncia in tribunale (ex Art. 28 legge 300 /70 ) per annullare le elezioni svoltesi regolarmente a giugno di quest’anno e dove lui e la Uilm sono stati sonoramente sconfitti perdendo l’80 % dei consensi e scendendo da cinque ad una sola Rsu.  Queste cose non sono state riportate nell’articolo apparso oggi sul mattino, dove Altieri da carnefice vuole passare per vittima”.

La nota si conclude così:

“Noi Rsu di Fim-Fiom- Fismic e Uglm, unitamente alle Segreterie Provinciali non ci stiamo a questo gioco al massacro perché in ballo ci sono quasi 1000 posti di lavoro e nuovi investimenti per oltre 80 milioni di Euro con la creazioni di nuovi 250 posti di lavoro.
Caro Altieri, fattene una ragione hai perso perché non sei più sintonizzato con i lavoratori e la strada giudiziaria che hai scelto dimostra il tuo fallimento politico”.