I moderati si raccolgono intorno a Dino Preziosi: sarebbe il sindaco giusto

In occasione  della presentazione del libro di Giuseppe Gargani “Attentato allo Stato di diritto, il collasso della razionalità”, si è discusso anche delle elezioni amministrative. All’evento hanno partecipato l’ex governatore della Regione Campania Stefano Caldoro e il deputato di Forza Italia Cosimo Sibilia.

Proprio dal segretario provinciale dei berlusconiani sono arrivati spunti interessanti: “I numeri hanno dimostrato che da soli non riusciamo a raggiungere il ballottaggio, per questo è necessario allargare il nostro perimetro andando oltre i partiti e aprendo alle civiche” – dichiara Sibilia -.

Occorre sfondare nel campo dell’elettorato dei moderati. Dino Preziosi è il candidato a sindaco più indicato, a capo di una larga coalizione in chiaro segno di discontinuità con le giunte e amministrazioni dell’ultimo decennio guidate dal centrosinistra con Galasso e Foti e infine con il pentastellato Ciampi.

Ha sempre svolto un’attività politica da consigliere comunale eccellente e può essere uno dei nostri interlocutori privilegiati”.

Nel dibattito politico locale interviene anche l’ex Governatore della Campania Caldoro: “Lavoriamo per l’unità, ma io rispetto la classe dirigente locale che si riunirà e troverà le proprie intese. Il centrodestra quando è unito vince, quindi l’unica raccomandazione che posso fare è quella di discutere con le forze politiche e con i movimenti civici ma alla fine trovare una sintesi. I cittadini vogliono le coalizioni unite e di certezze. Dopo il fallimento dei 5 Stelle, come centrodestra abbiamo l’obbligo di trovare questa unità. Ma, ripeto, la classe dirigente locale ha grande formazioni, grande intelligenza per vincere questa battaglia e presentarsi uniti”.