Green pass Covid, tutto quello che c’è da sapere: la guida

Green Pass Covid, tutto quello che c’è da sapere sul certificato verde che consente di muoversi liberamente nei paesi dell’Ue. La certificazione contiene un Qr Code che attesta una delle seguenti condizioni: l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal virus o l’esito negativo di un tampone effettuato nelle ultime 48 ore. La Commissione europea ha creato una piattaforma tecnica comune per garantire che i certificati emessi da uno Stato possano essere verificati nei 27 Paesi membri, più Svizzera, Islanda, Norvegia e Lichtenstein. In Italia la certificazione viene emessa esclusivamente attraverso la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute in formato sia digitale sia cartaceo stampabile.

Chi può ottenere il green pass? Solo chi ha completato il ciclo vaccinale anti-Covid, chi ha effettuato la prima dose o ha ricevuto un vaccino monodose da almeno quindici giorni, chi è risultato negativo a un tampone molecolare o rapido nelle quarantotto ore precedenti, chi è guarito dal Covid nei sei mesi precedenti.

Chi è esentato? Sono esentati dal Green pass i bambini fino ai 2 anni di età, mentre dai 2 ai 5 anni il certificato verde viene emesso senza necessità del tampone. E’ invece obbligatorio dai 6 ai 12 anni, in questa fascia di età in alternativa al tampone, si può anche essere vaccinati. Probabile che queste regole valgano solo per viaggi all’estero, a bordo di aerei o su navi e treni a lunga percorrenza. Le altre restrizioni, legate ai luoghi a rischio affollamento (all’ingresso di ristoranti e bar, etc.) dovrebbero scattare dai 18 anni.

Sono guarito dal Covid, chi mi rilascia la certificazione di guarigione? I medici di famiglia che avviano la procedura per l’ottenimento del Green Pass. In caso di pazienti guariti dal Covid ma assistiti in ospedale, sarà il nosocomio stesso che rilascerà la certificazione utile all’ottenimento del Green Pass.

Ho fatto la prima dose di vaccino, ho diritto al green pass? La Certificazione verde Covid-19 viene generata automaticamente dalla Piattaforma nazionale del Ministero della Salute dopo 12 giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino ed è valida dal quindicesimo giorno fino alla data della seconda dose.

Dopo la seconda dose, quando avrò il green pass completo?  La Certificazione dopo la seconda dose viene rilasciata entro massimo 48 ore dalla seconda somministrazione e sarà valida per nove mesi.

Sono guarito dal Covid ma non ho ricevuto il green pass. Che faccio? Ogni cittadino, dopo la guarigione dal Covid, ha ricevuto un sms sul cellulare o una mail con il codice Authcode per accedere al Green Pass. Si potrà comunque accedere al proprio Green Pass anche tramite app IO o Immuni o accedendo tramite Spid dal sito www.dgc.gov.it. Se dopo la guarigione non è ancora disponibile il Green Pass, è probabile che il medico o la Asl non abbiano inserito nel sistema Tessera sanitaria i dati relativi al certificato di guarigione. In questo caso è necessario rivolgersi al medico di famiglia o alla Asl perché inseriscano i dati nel sistema. Il Green Pass per avvenuta guarigione verrà rilasciato dopo qualche minuto.

I portali o le app da cui scaricare il green pass? Accedendo con Spid al sito www.dgc.gov.it; tramite la app IO e la app Immuni oppure ancora attraverso il Fascicolo Sanitario elettronico dal sito della propria Regione, nel caso in cui sia stato attivato un portale ad hoc.

Non possiedo uno smartphone né un computer: come scarico il greenpass? Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la Certificazione verde Covid-19. Avranno bisogno del codice fiscale del cittadino richiedente e dei dati della Tessera Sanitaria che bisognerà portare con sé. La Certificazione verde Covid-19 sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Quali sanzioni sono previste? Chi viene trovato sprovvisto durante un controllo rischia sanzioni salate: 400 euro di multa per i clienti e cinque giorni di chiusura per i locali. Le sanzioni saranno ridotte a 260 euro se pagate entro il quinto giorno.