Grande successo per “Popolarmente Accasati”

Prima visione dello sceneggiato, scritto e diretto da Angela Caterina, “Popolarmente accasati”, girato a Borgo Ferrovia e via Francesco  Tedesco. Un lavoro che nasce dalla sensibilità e dal desiderio di promuovere il quartiere, dove, nonostante le difficoltà, l’amicizia e la solidarietà tra famiglie è all’ordine del giorno. Giovedì 21, alle 21, al “Cinema Partenio”, ad ingresso libero, la visione di una commedia che, dietro il sorriso e l’ironia, nasconde tante nostalgie e difficoltà. La proiezione mostrerà al pubblico la puntata zero,che è stata realizzata con il patrocinio del Comune capoluogo. Accanto agli attori professionisti, recitano anche i cittadini del quartiere, coinvolti dall’entusiasmo e dalla novità di diventare artisti. Gli attori professionisti sono Massimo Borriello, Carmine Iannone, Luigi Frasca, Carlo Maria Todini, Fiorella Zullo, con la partecipazione di Sabrina Aquino, Maria Grazia Barone, Natalila Boichuk, Maria Chiara Carpenito,Giandomenico Coppola,Carmela D’Auria, Angelina Martino, Fiorella Mele, Elena Picone, Antonio Serpico, Giordana Todini, Anna Todisco, Sabino Tomasetti, Rinad Zine, Alessandro Torino. Il cast è completato dai residenti di via Francesco Tedesco. Il direttore della fotografia è Franco Cavaliere, il fonico Alex Dello Iacono, gli operatori Franco Cavaliere e Giuseppe Argenio, l’amministratore Luigi Frasca, “  Abbiamo creato un prodotto a scopo sociale, commenta Angela Caterina che, con Luigi Frasca, è attrice e regista del “Teatro d’Europa” di Cesinali, per dimostrare la vitalità delle periferie, che sono sempre vive e pulsanti”. L’audiovisivo è stato realizzato con la preziosa collaborazione di AIR Mobilità,Italnolo di Atripalda, Alimentari Local Service di Giulia Troisi ed il Vicario del vescovo Arturo Aiello, don Enzo De Stefano. “E’ un vero e proprio progetto culturale, afferma Frasca, interprete dello sceneggiato, che, con il divertimento, offre al pubblico uno spaccato dell’umanità dei residenti delle periferie. In questi quartieri popolosi c’è un forte senso di comunità, caratterizzato dalla condivisione dei drammi e dei momenti difficili. Riscoprire la sensibilità e la partecipazione verso gli altri è il nostro messaggio di speranza”.