Gli stati mentali del paziente renale ai seminari di Biogem

Sarà Veronica Buonincontri, dottoranda in Scienze mediche cliniche e sperimentali presso l’Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, la relatrice del prossimo seminario di Biogem, in videoconferenza il 30 maggio, alle ore 14:30. Tema principale dell’incontro, ancora una volta incentrato sui collegamenti tra malattia renale cronica (CKD) e deficit cognitivo, è il tentativo di definire compiutamente il concetto, a tutti noto, ma piuttosto sfuggente (anche dopo 20 anni di neuroimaging), di stato mentale. A ciò seguirà un approfondimento sulla sua eventuale alterazione conseguente a una patologia nefrologica.
La dottoressa Buonincontri proporrà, in particolare, un metodo innovativo per misurare nel tempo gli stati mentali, affrontando il dibattito, finora irrisolto, sulla possibile coesistenza di stati mentali positivi e negativi. ‘’Mostreremo – anticipa Buonincontri come la malattia renale altera la rete di spazi extracellulari tra neuroni, cellule gliali e capillari che promuovono l’eliminazione delle molecole solubili dal cervello’’. ‘’Concetti – chiosa la stessa Buonincontri facilmente implementabili negli studi su modelli animali, nella tradizione sperimentale di Biogem’’.