Giornata Mondiale dell’Autismo, mamma Federica: “L’autistico è tuo figlio ma l’autismo riguarda tutta la tua famiglia”

Giornata mondiale sull’Autismo: il vescovo di Avellino, monsignor Arturo Aiello ha autorizzato l’associazione Amaranto e l’Impresa sociale E.T.S. Svantaggiati e P.A. della Caritas, ad illuminare di blu il palazzo Vescovile di Piazza Libertà questa sera, alle ore 19.00. In molte parti del mondo, migliaia di monumenti si tingeranno di blu, in segno di partecipazione all’iniziativa. E così anche Avellino è chiamata alla consapevolezza sull’autismo. Il 2 aprile è una data importante, a livello internazionale, per le migliaia di famiglie che vivono tale consapevolezza.

Federica, la mamma di Martina, una bambina autistica, in questa giornata speciale, rilascia le sue toccanti dichiarazioni che proponiamo di seguito…

L’autismo è una partita che non finisce mai con tutte le ammonizioni, autoreti e gol. Non sentirti chiamare mamma e non poter chiedere cosa vuoi mangiare oggi? Andiamo al parco? L’autismo è scegliere per tua figlia e chiederti se hai fatto la scelta giusta… è sentirti così stanca da dire non riesco a quell’amica che da mesi ti chiede di uscire… è preparare la sua festa di compleanno e non sapere se tua figlia ce la farà a resistere fino alla torta…

L’autismo è desiderare un altro figlio ed avere paura, tantissima. L’autismo è reinventarsi ogni giorno non dando niente per scontato. L’autismo non si compra con un bel gioco. La fiducia di tuo figlio devi meritartela ogni giorno. L’autistico è tuo figlio ma l’autismo riguarda tutta la tua famiglia“.