Giornata Mondiale contro la Fibromialgia, il Progetto delle Acli irpine

In occasione della Giornata Mondiale contro la Fibromialgia, le Acli e l’Unione Sportiva Acli di Avellino promuovono momenti di sensibilizzazione, lanciando un Progetto interregionale che vedrà coinvolte in qualità di partner le omologhe Associazioni di Pesaro-Urbino, Ascoli Piceno e Brindisi.

La campagna di sensibilizzazione prende il via con una Tavola rotonda online prevista per le ore 18.30 di giovedì 6 maggio 2021, con la partecipazione, tra gli altri, del Dr. Massimo De Girolamo, Medico, Responsabile nazionale del Progetto Salute dell’Us Acli e Presidente provinciale dell’Associazione nonché Direttore di Borgosalus e Barbara Suzzi Presidente nazionale del CFU Comitato Fibromialgici Uniti.

La Fibromialgia è una malattia cronica, che provoca dolori diffusi, astenia e rigidità muscolare. Oggetto recentemente di numerosi studi, è una malattia maggiormente diffusa tra le donne che rappresentano circa il 90% dei malati, che compare soprattutto tra i 40 e i 60 anni e comporta gravi ripercussioni sull’attività lavorativa e sul piano relazionale e socio-affettivo. Le persone maggiormente a rischio sono donne, generalmente di cultura medio-bassa, casalinghe o con attività lavorative ripetitive e poco gratificanti e situazioni familiari conflittuali. Le stime attuali dicono che in Italia soffrono di fibromialgia circa 4 milioni di persone. Per quanto riguarda la causa, si ipotizza una origine multifattoriale, tra cui una predisposizione genetica; sono importanti per l’insorgere della malattia anche le patologie psichiatriche, quali l’ansia, la depressione, i disturbi post traumatici da stress e la somatizzazione.

Tra i sintomi principali di questa malattia c’è un dolore diffuso, che interessa i muscoli, i legamenti, i tendini, con manifestazioni quali l’astenia, stanchezza cronica, rigidità mattutina, disturbi del sonno, parestesie, mal di testa, ansia, depressione, colon irritabile, forti dolori mestruali. Pur non avendo evidenti stati di alterazione fisica e godendo di apparente buona salute, i fibromialgici sono invece assai sofferenti e molto limitati nello svolgimento delle normali attività.

Per quanto riguarda le terapie da adottare, la fibromialgia richiede un approccio multidisciplinare, con l’opportuna combinazione tra terapie farmacologiche e trattamenti non convenzionali, abbinando ai farmaci adeguati trattamenti riabilitativi, per migliorare il tono muscolare e ridurre la percezione del dolore. E’ pertanto evidente il ruolo positivo che può svolgere un adeguato e costante esercizio fisico. Nasce da qui l’impegno dell’Unione Sportiva ACLI, associazione che ha messo tra le priorità la salute ed il benessere psico-fisico delle persone.

Molte le associazioni che dedicheranno al problema Fibromialgia la loro giornata di attività; in Irpinia sarà capofila lo “Studio Pilates Postura e …” diretto da Tiziana Novellino.

Per seguire la diretta, gli interessati possono seguire la pagina facebook del Comitato Provinciale U.S. ACLI di Brindisi giovedì 6 maggio, alle ore 18.30.