Gianni Scudieri, presenta il libro “Come un’alba infranta”

Continuano i salotti culturali, della rassegna, “Avellino Letteraria” organizzata da Annamaria Picillo, presidente di Itinerando l’Irpinia. Ospite sabato 20 novembre, alle 18 a Villa Amendola, lo scrittore Gianni Scudieri, nato a San Giuseppe Vesuviano, laureato in lingue e letterature straniere, giornalista, critico culturale, musicista e pioniere, di uno dei programmi radiofonici italiani delle prime radio libere, con il programma “Rock-on”. “Come un’alba infranta”, edizioni “Il Quaderno”. Un saggio romanzato, un modo nuovo, alternativo di scrivere, personaggi illustri della musica, della letteratura, del cinema, della pittura, da Luigi Tenco, Jim Morrison, James Dean, Vincent van Gogh, Rodolfo Valentino, Steve McQueen, Edgar Allan Poe, Fedor Dostojevskji, Lucio Battisti, Fabrizio De Andrè, Jimi Hendrix, Amy Winehouse, Charlie Parker, Billie Holiday, Glenn Miller, John Keats, Emily Bronte, Fred Buscaglione, Elvis Presley, Michael Jackson, Buddy Holly e tanti altri, accomunati da genialità e follia, che hanno lasciato questa terra in giovane età e che rivivono attraverso le parole dell’autore e raccontano il loro “stato” attuale e quello che fanno, in una dimensione non umana, ma diversa, apportando nuovi stimoli ed idee alla cultura universale.

Partecipa con lo scrittore Scudieri, Stefania Spisto, presidente de Il Quaderno. Nelle grotte di Villa Amendola, è possibile visitare fino a gennaio 2022, la mostra “Riuso” a cura dello scultore avellinese, Giuseppe Rubicco, che interverrà nel corso della serata. Opere in vetro, realizzate con l’arte del riciclo, impreziosite dai giochi di luce, creati dagli artisti Collettivo Agata. A coordinare l’evento la giornalista Daniela Apuzza