Gianluca Festa versa la quota per l’iscrizione della Scandone in B: per ora la storia è salva

Gianluca Festa salvatore della Patria. Il primo cittadino avellinese ha versato la quota di ventimila euro per la Scandone.

La società avellinese, che non parteciperà per la ventesima volta al massimo campionato di basket, potrà giocare – salvo imprevisti – in serie B.

Per ora i 71 anni di storia del basket sono salvi, da verificare però se la Fip accetterà la domanda presentata dal sindaco.

Pochi istanti prima della mezzanotte, infatti, sono stati versati i ventimila euro, mentre da lunedì erano pronti tutti gli incartamenti.

Il caos del sequestro preventivo aveva bloccato tutto in precedenza, ma poi il colpo di coda di Festa regala un briciolo di speranza.