Gestione servizio integrato dei rifiuti: Ato decide se affidarsi a IrpiniAmbiente

l Consiglio d’Ambito dell’Ato Rifiuti – dopo una lunga ed articolata discussione – approva l’unico punto all’ordine del giorno della seduta odierna: “Affidamento della gestione del servizio integrato dei rifiuti all’interno dell’Ato di Avellino. Atto di indirizzo per redigere relazione ai sensi dell’art. 34 comma 20 del dl. n. 179/2012”. I consiglieri hanno dato mandato al Presidente Valentino Tropeano per verificare – attraverso l’ausilio di una commissione di tre esperti in ambito societario, contabile e giuridico – la situazione della società pubblica Irpiniambiente al fine di valutarne una eventuale acquisizione. La maggioranza dei consiglieri dell’Ato conferma – anche in seguito alle indicazioni raccolte dagli amministratori locali nel corso dei numerosi confronti sul territorio – di avere una propensione per l’affidamento delle attività afferenti il ciclo integrato ad una società interamente pubblica. “Il provvedimento approvato nella seduta odierna – evidenzia il presidente Valentino Tropeano – non è assolutamente vincolante in tal senso e, nel contempo, non pone nessun obbligo di acquisizione della società provinciale esistente. Siamo in una fase di valutazione, al fine di avere tutti gli elementi per arrivare ad una decisione consapevole, che possa essere la migliore in termini di efficienza ed economicità per le comunità del territorio”. L’approvazione dell’atto di indirizzo conferma la volontà dell’ente di procedere in maniera spedita verso l’approvazione del piano d’ambito e l’acquisizione della gestione del ciclo integrato. Ha votato contro il provvedimento il consigliere Giovanni D’Ercole secondo il quale si tratta di una “scelta pregiudiziale che rappresenta un chiaro segnale della volontà della maggioranza dell’ente”.