“Gal Terra è Vita” e “Hearth” insieme per valorizzare le eccellenze territoriali

Hearth è una startup nata nel 2018 che mira alla valorizzazione dei territori meno conosciuti e dei patrimoni nascosti, grazie a un processo di digitalizzazione capillare e completo dell’offerta turistica, ottenuto dalla collaborazione di imprese, pubbliche amministrazioni, DMO, enti/associazioni di promozione territoriale e abitanti del luogo.

La startup offre una vetrina interattiva per promuovere i centri urbani minori spesso esclusi dai percorsi più turistici, fornendo agli utenti dati, contenuti e informazioni per agevolarli nelle loro esperienze di viaggio.

GAL Terra è Vita nasce con gli stessi fini: aiutare gli operatori e le amministrazioni locali a investire sulle potenzialità del territorio attraverso la valorizzazione delle ricchezze naturali e culturali a loro disposizione. Tramite attività di promozione, l’associazione punta a creare nuovi posti di lavoro e migliorare il benessere delle comunità locali, rimettendo al centro tutte quelle aree marginalizzate dalla globalizzazione dei flussi economici e turistici che però possiedono ricchezze storiche e naturali uniche al mondo.

Da questa comunione d’intenti nasce la collaborazione tra Hearth e GAL Terra è Vita, rappresentante dei Comuni di Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Cava de’ Tirreni, Fisciano, Mercato S. Severino, Pellezzano, Siano e Vietri sul Mare, con lo scopo di affiancare l’ente nell’attività di digitalizzazione e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico di questi luoghi, così come nella promozione della loro offerta turistica.

GAL Terra è Vita sta facendo passi da gigante per quanto riguarda l’evoluzione tecnologica e le attività che ha intrapreso avanzano costantemente, anche inprevisione dei fondi in arrivo con il PNRR(Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che apriranno al GAL ancora nuove opportunità di finanziamento e di sviluppo per i suoi territori.

La collaborazione con Terra è Vita è solo il primo passo verso una progressiva espansione di Hearth che, nei prossimi mesi, si affiancherà a sempre più partner privati e istituzionali, in modo da raggiungere ulteriori territori e valorizzarne la crescita futura.

Hearth vuole innovare la fruizione dell’offerta turistica attraverso una piattaforma digitale all’avanguardia, progettata per essere accessibile, sostenibile e personalizzabile secondo le esigenze dei clienti e delle amministrazioni.

Tra i numerosi progetti, Hearth ha realizzato dei Totem Walk-In che consentono all’utente, in maniera totalmente autonoma, di scegliere una tra le abitazioni disponibili, pagare, registrare il documento d’identità e ritirare la chiave in uno degli appositi armadietti con chiusura smart-locker. Ciò consente non solo di ottimizzare la riconversione di appartamenti e abitazioni inutilizzate in strutture idonee alle attività ricettive, ma anche e soprattutto di contribuire al fenomeno dello spopolamento che interessa numerosi borghi, generando la nascita di nuovi alberghi diffusi. Il primo totem verrà presto installato nel centro storico di Avellino e altri sono previsti nella zona del Cilento e di Castellammare di Stabia.

Hearth crede nell’importanza di generare valore, tanto che parte dei degli utili della società sono destinati al finanziamento di restauri, alla realizzazione di opere pubbliche e per attività di promozione del territorio, in modo tale non solo di creare visibilità, ma anche di generare impatto sociale reale sui territori in cui approda, crescita di forme di turismo sostenibile e consapevolezza del valore intrinseco dei patrimoni invisibili che vi si celano.