FRANZA, CANDIDATO SINDACO DEL CENTROSINISTRA, CHIUDE LA CAMPAGNA ELETTORALE

L’appello alla cittadinanza: “Le ombre del passato siano dissipate per sempre”

Ultime battute della campagna elettorale, “che è stata condotta, da parte nostra, sulla scia della coerenza, testimoniata dalla scelta di non fare apparentamenti, non per presunzione ed arroganza, ma solo perché riteniamo che la politica sia un fatto di linearità e, appunto, coerenza”. Lo spiega nell’incontro con i cittadini di rione San Pietro e del Piano di Zona (dove è intervenuto anche l’Onorevole Generoso Maraia) il candidato sindaco del centrosinistra Enrico Franza. Che rilancia sul concetto di unità, sottolineando come “la logica dell’Io rappresenti il punto di debolezza di una coalizione. Noi riteniamo che una comunità possa risollevarsi solo attraverso un progetto di squadra. Ed è per questo che insistiamo affinché il voto degli arianesi non sia un atto di delega ma un atto di responsabilità, per condividere non solo difficoltà ma anche soluzioni”. E’ questo il punto qualificante del progetto politico del centrosinistra. “Non riteniamo di essere migliori o peggiori degli altri – afferma -, ma siamo convinti di avere un metodo nuovo di fare politica”. Proprio l’unità della coalizione sarà il punto di forza dell’amministrazione, in caso di successo: “Avremo una maggioranza solida e rinnovata per l’80% in consiglio comunale, ed è questa la testimonianza del vero cambiamento. Non ci sarà nessuna chiusura alla collaborazione e al dialogo, per sostenere le importanti sfide che ci attendono”. Sfide che attengono agli argomenti più volte evidenziati da Franza durante i numerosi incontri avuti con la cittadinanza: “Bisogna rimodulare la macchina amministrativa, carente nell’organico, puntare sulla Zona Franca Urbana, facendo in modo che, a partire dal Presidente della Regione, venga assunto un impegno serio sul punto. Occorre essere presenti ed attenti sulla realizzazione della stazione Hirpinia, e rimettere in moto l’iter per la realizzazione dell’arteria Manna-Camporeale”. Gli strumenti economici sono in arrivo, dal milione di euro stanziato per le zone rosse, alla possibilità di abbattere del 20% il versamento dei contributi da parte delle imprese, sino alla possibilità, a determinate condizioni, della riduzione, nella stessa misura percentuale, di IMU e TARI. “Bisognerà essere attenti e capaci di captare i fondi e tramutarli in occasione di crescita della città e dell’intera comunità. Lanceremo l’idea – ribadisce Franza – di un organismo unico pubblico che risponda in maniera univoca alle esigenze del territorio, dell’Area Vasta, sul piano delle infrastrutture, dei servizi e della sanità”. Alle accuse mosse dalla coalizione di centrodestra, di essere “ostaggio del Movimento Cinque Stelle” Franza replica che “con il Movimento è stata stipulata una proficua alleanza, a testimonianza del fatto che abbiamo superato gli interessi personalistici. Non stiamo giocando una partita di calcio, non c’è una partita da vincere o perdere ed un trofeo da conquistare. Si tratta di vincere per la città, di mettere in primo piano l’interesse collettivo”. Da qui il proposito di essere “aperti a tutti, ma

mantenendo la barra dritta, facendo in modo che la nostra fermezza morale sia la linea di confine e di delimitazione tra il futuro ed il passato”. Il tutto a condizione che ci si confronti “sui temi, sulle questioni vere e reali, non sui risentimenti e sulle recriminazioni personali”. Infine l’appello alla cittadinanza, chiamata al voto domenica e lunedì prossimi: “Facciamo in modo che le ombre del passato vengano dissipate per sempre, e che si possa finalmente aprire le porte al futuro”.
Questa sera Enrico Franza terrà il comizio di chiusura della campagna elettorale alle ore 21,00 in piazza Plebiscito.

, CANDIDATO SINDACO DEL CENTROSINISTRA, CHIUDE LA CAMPAGNA ELETTORALE: QUESTA SERA ALLE 21,00 IN PIAZZA PLEBISCITO
L’appello alla cittadinanza: “Le ombre del passato siano dissipate per sempre”
Ultime battute della campagna elettorale, “che è stata condotta, da parte nostra, sulla scia della coerenza, testimoniata dalla scelta di non fare apparentamenti, non per presunzione ed arroganza, ma solo perché riteniamo che la politica sia un fatto di linearità e, appunto, coerenza”. Lo spiega nell’incontro con i cittadini di rione San Pietro e del Piano di Zona (dove è intervenuto anche l’Onorevole Generoso Maraia) il candidato sindaco del centrosinistra Enrico Franza. Che rilancia sul concetto di unità, sottolineando come “la logica dell’Io rappresenti il punto di debolezza di una coalizione. Noi riteniamo che una comunità possa risollevarsi solo attraverso un progetto di squadra. Ed è per questo che insistiamo affinché il voto degli arianesi non sia un atto di delega ma un atto di responsabilità, per condividere non solo difficoltà ma anche soluzioni”. E’ questo il punto qualificante del progetto politico del centrosinistra. “Non riteniamo di essere migliori o peggiori degli altri – afferma -, ma siamo convinti di avere un metodo nuovo di fare politica”. Proprio l’unità della coalizione sarà il punto di forza dell’amministrazione, in caso di successo: “Avremo una maggioranza solida e rinnovata per l’80% in consiglio comunale, ed è questa la testimonianza del vero cambiamento. Non ci sarà nessuna chiusura alla collaborazione e al dialogo, per sostenere le importanti sfide che ci attendono”. Sfide che attengono agli argomenti più volte evidenziati da Franza durante i numerosi incontri avuti con la cittadinanza: “Bisogna rimodulare la macchina amministrativa, carente nell’organico, puntare sulla Zona Franca Urbana, facendo in modo che, a partire dal Presidente della Regione, venga assunto un impegno serio sul punto. Occorre essere presenti ed attenti sulla realizzazione della stazione Hirpinia, e rimettere in moto l’iter per la realizzazione dell’arteria Manna-Camporeale”. Gli strumenti economici sono in arrivo, dal milione di euro stanziato per le zone rosse, alla possibilità di abbattere del 20% il versamento dei contributi da parte delle imprese, sino alla possibilità, a determinate condizioni, della riduzione, nella stessa misura percentuale, di IMU e TARI. “Bisognerà essere attenti e capaci di captare i fondi e tramutarli in occasione di crescita della città e dell’intera comunità. Lanceremo l’idea – ribadisce Franza – di un organismo unico pubblico che risponda in maniera univoca alle esigenze del territorio, dell’Area Vasta, sul piano delle infrastrutture, dei servizi e della sanità”. Alle accuse mosse dalla coalizione di centrodestra, di essere “ostaggio del Movimento Cinque Stelle” Franza replica che “con il Movimento è stata stipulata una proficua alleanza, a testimonianza del fatto che abbiamo superato gli interessi personalistici. Non stiamo giocando una partita di calcio, non c’è una partita da vincere o perdere ed un trofeo da conquistare. Si tratta di vincere per la città, di mettere in primo piano l’interesse collettivo”. Da qui il proposito di essere “aperti a tutti, ma

mantenendo la barra dritta, facendo in modo che la nostra fermezza morale sia la linea di confine e di delimitazione tra il futuro ed il passato”. Il tutto a condizione che ci si confronti “sui temi, sulle questioni vere e reali, non sui risentimenti e sulle recriminazioni personali”. Infine l’appello alla cittadinanza, chiamata al voto domenica e lunedì prossimi: “Facciamo in modo che le ombre del passato vengano dissipate per sempre, e che si possa finalmente aprire le porte al futuro”.
Questa sera Enrico Franza terrà il comizio di chiusura della campagna elettorale alle ore 21,00 in piazza Plebiscito.