Fondi Pnrr per le scuole, alla Provincia di Avellino 19 milioni e 600mila euro. Il presidente Buonopane: “Risultato straordinario”

Arriva il via libera al finanziamento per la demolizione e la ricostruzione dell’intero complesso edilizio di via Tuoro Cappuccini ad Avellino che ha ospitato l’istituto scolasticosuperiore “De Luca”. Ammontano a 19.622.811,82 euro le risorse assegnate alla Provincia di Avellino, come si evince dalle graduatorie relative all’avviso pubblico del 2 dicembre 2021 – Missione 2 – Rivoluzione verde e transizione ecologica – Componente 3 – Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici – Investimento 1.1: “Costruzione di nuove scuole mediante sostituzione di edifici”, del Piano nazionale di ripresa e resilienza, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU.

La Provincia di Avellino lo scorso febbraio ha candidato la proposta progettuale redatta dal Servizio Edilizia Scolastica, in sinergia con il servizio SAPE.

L’Ente ha avviato un’azione di rivalorizzazione dell’area destinata a plesso scolastico, in chiave prettamente eco-sostenibile e nel pieno rispetto di quelle che sono le direttive europee messe in campo per la rigenerazione del tessuto edificato urbano.

L’edificio “De Luca” è costituito da diversi corpi di fabbrica realizzati tra gli anni ’60 e i primi anni ’70. Gli immobili, nel corso del tempo, hanno ampiamente ceduto il passo di fronte alle significative richieste della normativa in materia sismica e impiantistica.

“E’ una straordinaria notizia. C’è viva soddisfazione per questo risultato che è stato ottenuto – dichiara il presidente Rizieri Buonopane – Sin dall’inizio del mandato è stata dedicata massima attenzione all’edilizia scolastica, puntando subito alle opportunità offerte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. E’ stato avviato un programma di progettazioni e interventi per migliorare ancora di più e rendere sicuro il patrimonio immobiliare che ospita i nostri studenti degli istituti superiori. La Provincia di Avellino, per questo bando, ottiene una cifra davvero importante. Solo un’altra Amministrazione Provinciale, quella di Fermo, potrà contare su risorse maggiori”.