Flumeri, prima degustazione dell’Aglianico a basso contenuto di solfiti del progetto Mo.Vi.Da: ecco quando

La prima degustazione del vino aglianico a basso contenuto di solfiti del progetto “Mo.Vi.Da.”, è in programma presso la splendida e suggestiva cornice storica della “Dogana Aragonese”, sabato 21 maggio, con inizio dell’evento alle 18.30.
Grandissima attesa, dunque, per l’impatto sensoriale di esordio di un prodotto enologico assolutamente innovativo, in applicazione dei principi scientifici della viticoltura sostenibile.
I produttori, infatti, evidenziano che il vino aglianico a basso contenuto di solfiti da essi ottenuto deriva da uve di alta qualità e vigneti con semina di diverse tipologie di semi e a ridotto impatto ambientale, con la completa eliminazione di additivi chimici. Il nettare enologico così prodotto è, quindi, particolarmente qualitativo per le sue caratteristiche organolettiche e di salubrità, all’epilogo di una filiera vitivinicola all’avanguardia.
Mo.Vi.Da.” è l’acronimo del progetto agronomico di cui è promotore il Gal Irpinia Consorzio, a valere sul Psr Campania 2014-2020, in riferimento alla misura 16 “Cooperazione”, tipologia di intervento 16.1.1 per il “Sostegno in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura”.
Dopo i saluti del sindaco di Flumeri, Angelo Antonio Lanza, il docente Unisannio Ettore Varricchio introdurrà e coordinerà il simposio, a cui interverranno il responsabile tecnico scientifico Unisannio Mariano Mercurio, l’esponente dell’azienda agricola omonima Luigi Ruggiero, il referente dell’azienda agricola “Fratelli Perillo” Daniele Perillo e la presidente della Cooperativa sociale onlus “Oltre Le Mura” Carmen Cenicola. A concludere, il presidente del Gal Irpinia Consorzio, Giovanni Maria Chieffo.