Fismic, strade dissestate dell’Alta Irpinia: vincono gli operai

La protesta dei delegati Fismic-Confsal  e dei lavoratori dell’Industria dell’Alta Irpinia, finisce bene”.

Da alcuni giorni l’Ente Provincia sta rifacendo il manto stradale dell’Ofantina e dei territori di Rocca san Felice, Sant’Angelo dei Lombardi e di Lioni che collegano i Nuclei Industriali.

“E’ un primo passo che va nella direzione giusta – dichiara il Segretario Provinciale Giuseppe Zaolino -. 

Bisogna riconoscere al nostro delegato della Desmon di Nusco Antonino Abbondandolo il merito di aver sollevato per primo il problema delle strade dissestate.

Va anche dato atto al Presidente della Provincia Domenico Biancardi , la tempestivita’ con cui ha affrontato il problema.

Ci sono ancora tratti stradali nella zona che aspettano da anni un intervento per la messa in sicurezza e non dobbiamo sempre aspettare per intervenire che ci siano i morti da incidenti o la protesta dei lavoratori che tutti i giorni sono costretti ad affrontare un vero percorso di guerra per raggiungere il posto di lavoro.

Le infrastrutture in Alta Irpinia – conclude Zaolino – sono una necessità per accompagnare lo sviluppo della zona.

Strade, energia , acqua , gas ed internet , devono avere la priori nella programmazione dei fondi europei e questo è un messaggio chiaro che la Fismic e i lavoratori dei nuclei industriali lanciano ai politici che andranno in Europa con il voto del 26 Maggio”.