Festa della Repubblica. Spagnuolo: “Onorare la memoria di chi si è battuto. Partecipare al voto è un modo per farlo”

“Non bisogna mai smettere di rinnovare la memoria, quella che ha visto l’Italia uscire da un conflitto devastante, che è stata una vera e propria guerra civile, e scegliere la Repubblica ed il metodo democratico. Questo ci ha consentito di avere 76 anni di pace e di maturare quella coesione che ha fatto grande il popolo italiano. È questo il modo migliore per coltivare e costruire il futuro”. Lo ha dichiarato questa mattina il primo cittadino di Atripalda, Giuseppe Spagnuolo, presenziando in piazza Umberto I alla cerimonia in occasione della Festa della Repubblica.

“L’esempio, ha continuato il Sindaco, di questa coesione lo abbiamo vissuto nel corso della pandemia di questi due ultimi anni dalla quale siamo usciti e stiamo uscendo con grande forza e determinazione. Oggi abbiamo ancora una condizione di incertezza legata ad una crisi internazionale che segna, però, la differenza tra chi ha scelto di farsi guidare da personalismi esasperati e chi, come l’Italia, ha scelto la fatica, ma anche la bellezza della democrazia, uno strumento che garantisce la libertà di ciascuno di noi. Ê questo un patrimonio che non dobbiamo disperdere”.

“Tra dieci giorni,  ha aggiunto Giuseppe Spagnuolo, si svolgerà la competizione elettorale valida per il rinnovo dell’amministrazione comunale. Il mio appello è alla partecipazione: andate a votare perché è così che si onora la memoria di coloro che si sono battuti per la nostra libertà, non lasciate che siano gli altri a decidere per voi”.

“Saluto e ringrazio, ha così concluso, la sezione di Atripalda dell’Associazione Reduci e Combattenti per la preziosa opera che compie e formulo i miei sinceri auguri di buon lavoro al Cavalier Renato Carpenito, neo presidente, che subentra al professor Gerardo Moschella che sento di dover ringraziare per il garbo e la dedizione con cui ha svolto questo ruolo. Sono, inoltre, orgoglioso per le onorificenze al merito della Repubblica assegnate dal Presidente Mattarella a quattro nostri concittadini. Si tratta di persone che operosamente hanno contribuito alla crescita della nostra democrazia.
Le mie congratulazioni al nostro Comandante della Polizia Municipale, Domenico Giannetta, che ha ricevuto lo stesso prestigioso riconoscimento”.