Emergenza Covid ancora fluida e instabile, la nota stampa della Diocesi di Avellino

L’attuale emergenza sanitaria – nonostante i segnali di ottimismo che fanno ben sperare – appare tuttora fluida e instabile. Pertanto, è richiesta ancora molta prudenza per evitare il rischio di vivere una nuova ondata epidemica, incrementata anche dalle varianti insorgenti. In forza di ciò, restano in vigore le disposizioni vigenti; per cui, in attesa di nuove indicazioni da parte della Conferenza Episcopale Italiana concordate con il Governo Centrale, ricordiamo che:
1. restano sospese le processioni e ogni forma di festa esterna;
2. non sono ammesse quelle manifestazioni che, senza concorso di popolo, si propongono di portare statue della Vergine o dei Santi lungo le strade del territorio parrocchiale;
3. si raccomanda di vivere i limiti che tale situazione c’impone come un’opportunità per crescere nella preghiera e nella meditazione della Parola di Dio, dando valore di comunione ecclesiale e di aggregazione popolare alle celebrazioni liturgiche nel rispetto delle norme anti-Covid.
La Vergine Madre di Dio e i Santi intercedano per noi, perché possiamo fare delle nostre comunità luoghi di autentica fraternità.
FELICE ACCROCCA
arcivescovo metropolita di Benevento
ARTURO AIELLO
vescovo di Avellino
PASQUALE CASCIO
arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia
GIUSEPPE MAZZAFARO
vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata dei Goti
SERGIO MELILLO
vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia
RICCARDO GUARIGLIA
abate di Montevergine