ELEZIONI, PALLINI (IMPEGNO CIVICO): “PRONTI A MIGLIORARE REDDITO DI CITTADINANZA, TUTELIAMO I FRAGILI, PUNIAMO I FURBI E DIAMO LAVORO AGLI OCCUPABILI”

5 settembre – “Luigi di Maio lo ha detto chiaramente: per noi di Impegno Civico il reddito di cittadinanza va modificato e rafforzato, non certo abolito come vorrebbero fare Meloni e altri partiti. Parliamo di una misura che, nel periodo del lockdown e ancora oggi mentre affrontiamo un caro bollette e un caro prezzi senza precedenti, consente a un milione di famiglie di mettere il piatto in tavola. Due terzi delle persone che percepiscono il sussidio sono anziani, persone con disabilità o comunque inabili al lavoro. Come si può pensare di non proteggere le fasce più vulnerabili della popolazione mentre la sanguinosa guerra di Putin produce anche pesantissime conseguenze economiche in tutta Europa?”. Lo afferma Maria Pallini, esponente di Impegno Civico e candidato nei collegi Campania 2-P02, Campania 2-P01 e Campania 1-P02.

 

“Luigi Di Maio è colui che ha firmato la legge istitutiva del reddito ed è ben consapevole di ciò che funziona della norma e di ciò che, invece, va migliorato – prosegue la nota –. Non a caso abbiamo predisposto un piano finalizzato a investire massicciamente sulla formazione professionale, in piena sinergia con le esigenze occupazionali delle nostre aziende, che troppo spesso non trovano personale specializzato. Un altro caposaldo della nostra azione sarà poi la possibilità di mettere in contatto diretto le imprese che cercano lavoratrici e lavoratori e i beneficiari, per dare loro concrete e immediate occasioni di lavoro. Dobbiamo prendere atto che i Centri per l’Impiego non hanno funzionato come avrebbero dovuto e a questo bisogna porre rimedio, ma intanto bisogna dare priorità alla possibilità di dare lavoro ai beneficiari occupabili”, continua.

 

“Infine vanno rafforzati controlli e sanzioni per stanare i furbetti che, aggirando la norma, usufruiscono del sussidio in maniera indebita e delegittimano uno strumento che ha garantito la tenuta sociale del Paese, truffando lo Stato e tutti noi. Insomma, Impegno Civico è pronto anche oggi a rivedere alcuni aspetti del reddito di cittadinanza, ma l’obiettivo dev’essere quello di continuare ad aiutare chi è più in difficoltà, di dare un’occupazione a chi è in condizione di lavorare e di stanare i furbi. Se qualcuno pensa di poter cancellare questa misura troverà la nostra ferma opposizione”, conclude.